Home Personaggi Julian Condor fidanzato Adua Del Vesco: la malattia li ha cambiati

Julian Condor fidanzato Adua Del Vesco: la malattia li ha cambiati

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:09

Chi è Julian Condor, il fidanzato di Adua Del Vesco? Il ragazzo, entrato nella casa del Gf Vip 2020, le è stato vicino durante la malattia.

Giuliano fidanzato Adua Del Vesco
Giuliano fidanzato Adua Del Vesco

Adua Del Vesco è fidanzata da ormai tantissimi anni con Julian Condor, nome d’arte di Giuliano, il suo storico amore con cui ha una relazione da ormai parecchio tempo, addirittura si vocifera che stesse con lui quando, su tutti i giornali, era al centro dell’attenzione per le sue presunte storie d’amore, poi confermate false, con Massimiliano Morra e Gabriel Garko.

Il ragazzo, che di professione è uno stimato modello, le è stato vicino durante un periodo davvero molto difficile della sua vita, in cui tutto il mondo sembrava crollarle addosso: ecco di quando stiamo parlando, la malattia di cui ha sofferto Rosalinda Cannavò.

LEGGI ANCHE -> Giada figlia Patrizia De Blanck, in che rapporti sono? Quella lite furibonda

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da 𝐀𝐝𝐮𝐚 𝐝𝐞𝐥 𝐕𝐞𝐬𝐜𝐨 – Rosalinda (@adua.del.vesco)

Julian Condor fidanzato Adua Del Vesco: l’aiuto durante l’anoressia

giuliano condorelli fidanzato adua del vesco
Giuliano Condorelli (Instagram)

Julian Condor è il fidanzato di Adua Del Vesco, che stasera vedremo al Grande Fratello Vip 2020, con cui ha una relazione da ormai tantissimi anni. Il ragazzo, che è entrato per un’ospitata nella casa di Canale 5 per fare una sorpresa al suo grande amore, le è stato molto vicino anche durante un periodo davvero molto difficile della vita della famosissima attrice di fiction.

Stiamo infatti parlando di quando ha sofferto di anoressia, un momento davvero buio della sua vita ma che è riuscita a superare anche grazie alla sua presenza, costante e continuativa nel tempo.

LEGGI ANCHE -> Loredana Bertè, il dramma della cantante: “Sono stata violentata”

Insomma, il suo esserle sempre e comunque vicino le ha dato molta forza: l’apporto psicologico è stato molto importante, fondamentale tanto quanto quello terapico.