Home Serie TV Doc Nelle tue mani 2, ci sarà un seguito con Luca Argentero

Doc Nelle tue mani 2, ci sarà un seguito con Luca Argentero

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:46
CONDIVIDI

Doc Nelle tue mani 2 si farà, la serie tv ispirata alla vita di Pierdante Piccioni e con protagonista Luca Argentero vedrà una nuova stagione.

Luca Argentero in Doc - Nelle tue mani
Luca Argentero in Doc – Nelle tue mani

Come riportato da mam-e.it è ufficiale ormai la notizia di una nuova stagione con Andrea Fanti che non uscirà totalmente pulito dall’ultima puntata di stasera. La trama dunque seguirà la strada di quanto accaduto finora, portandoci a scoprire quanto oggi rimarrà ancora nebuloso. Ovviamente si inanelleranno anche altri particolari in una serie che ci coinvolge anche perché tocca tasti molto dolorosi e che il pubblico non può che seguire da vicino con emozione e anche un po’ di commozione.

Leggi anche —> La confessione di Luca Argentero

Doc Nelle tue mani 2, cosa c’entra il Covid-19?

Cosa c’entra il Covid-19 con Doc Nelle tue mani 2? Le anticipazioni sulla seconda stagione con Luca Argentero protagonista nel ruolo di Andrea Fanti ci fanno capire che si parlerà anche della pandemia da Coronavirus che ha colpito tutto il mondo a iniziare dalla fine del 2019. Inutile dire che il mondo dello spettacolo dei prossimi anni sarà fortemente influenzato da un momento doloroso, forse il più pesante della storia recente dell’umanità. Non sappiamo però come verrà affrontato il tutto.

Leggi anche —> Come è diventato famoso Luca Argentero?

Quello che stupisce è come di fronte a un prodotto che racconta la storia di un grandissimo medico si vada a raccontare qualcosa di più recente. Questo perché la storia svicolerà dal passato di amnesia del dottor Pierdante Piccioni, a cui si ispira tutto, per virare su quanto fatto dallo stesso di recente. Il dottore infatti prima di entrare in coma era il primario del pronto soccorso degli ospedali di Lodi e di Codogno, proprio lì dove è iniziato tutto. Durante la pandemia si è impegnato in maniera decisamente attiva dando vita all’Unità di integrazione ospedale territorio e appropriatezza della cronicità.