Home Televisione Giancarlo Magalli, ESCLUSIVA: “Non ho avuto nessuna condanna”

Giancarlo Magalli, ESCLUSIVA: “Non ho avuto nessuna condanna”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:11
CONDIVIDI

Giancarlo Magalli è un noto conduttore televisivo spesso finito nel mirino della critica per litigi con diversi colleghi, non sempre veritieri.

Magalli I Fatti Vostri
Giancarlo Magalli

In merito a un pezzo sulla lite con Adriana Volpe sono stati elusi alcuni particolari fondamentali e per questo abbiamo deciso di contattare in ESCLUSIVA Giancarlo Magalli per parlarne e approfondire cosa realmente sia accaduto. Ecco le sue parole: “Conosco il fenomeno del clickbaiting e per attirare attenzione e click si fanno titoli ad effetto che non corrispondono al vero o esagerano in maniera eccessiva. L’intervista che avevo rilasciato recitava che l’incidente con Adriana Volpe, che si vedrà quando si vedrà in tribunale, mi era costato diecimila euro perché la Rai mi applicò una sanzione. Si è parlato poi di condanna e sentenza, ma non è vero assolutamente. Non c’è stata nessuna sentenza, la causa va avanti da tre anni con una sola udienza preliminare. Non abbiamo fatto nemmeno un’udienza di primo grado. Comunque andrà non è andata avanti e non sono stato condannato, potrei anche essere assolto vista l’inconsistenza di quanto accaduto. I diecimila euro sono una sanzione per violazione del codice etico Rai che dice che non si deve parlare male dell’azienda e dei colleghi, firmandolo accettiamo. Io a lei ho detto rompi**lle e ho sbagliato e ho pagato. Ma nessuno mi ha condannato per ora”.

Giancarlo Magalli, “Sono sempre andato d’accordo con tutti”

Magalli I Fatti Vostri
Giancarlo Magalli

Giancarlo Magalli continua ai nostri microfoni: “Sono sempre andato d’accordo con tutti, la Volpe è stata l’unica con cui ho avuto dei dissapori. Siamo stati costretti, lei compresa, a rimanere insieme otto anni e si è esasperata la situazione. Questo ha dato luogo a qualche lite e alla famosa “rompip**lle” in diretta. Le chiesi scusa in trasmissione perché fu spiacevole, ma la giustizia non si è ancora pronunciata. Questo episodio mi ha creato la fama di quello che litiga con tutti. Cirillo ha messo in giro la voce che ho cacciato la Volpe, lui, la Morise, il maestro Morselli. Ed è stato querelato. Non ho il potere di cacciare le persone c’è un regista, un direttore di rete, degli autori e tutta una linea artistica che decide, della quale io non faccio parte. La Volpe è stata spostata perché non potevamo rimanere insieme, avrebbero potuto spostare anche me. La misero a Mezzogiorno in famiglia dove c’era già stata e conosceva il programma. Non fece grandi storie, ma l’anno dopo Freccero chiuse il programma ci rimase male e iniziò a protestare. È stato cambiato anche Cirillo, ma era con noi da dieci anni non è stata una mia cattiveria. Gli artisti all’interno di programmi di lunga durata alle volte cambiano. Anche io non ho fatto tutti i 30 anni de I Fatti Vostri. Il pubblico mi conosce e non mi ritiene di certo una persona litigiosa, ma se due persone e venti siti internet continuano a ripeterlo qualcuno potrebbe finire col crederci”.