Home Televisione Michelle Hunziker, travolta da pensieri tristi: una richiesta importante

Michelle Hunziker, travolta da pensieri tristi: una richiesta importante

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:22
CONDIVIDI

La conduttrice televisiva Michelle Hunziker si abbandona a pensieri molto seri e tristi, che condivide sui social. Ecco cosa è successo.

Michelle Hunziker
Michelle Hunziker (Facebook)

Michelle Hunziker, grande e presentatrice televisiva, si abbandona a pensieri tristi e lancia un appello importante. La Hunziker da tantissimi anni è ormai uno dei personaggi più importanti del mondo dello spettacolo, che vanta una discreta carriera e successo anche all’estero. Da tempo ormai è un’ottima conduttrice anche per la televisione tedesca e infatti recentemente ha dovuto fare la spola tra il nostro e il loro paese, per partecipare a trasmissioni molto seguite.

LEGGI ANCHE —>Michelle Hunziker, svela un segreto: “Non l’ho mai detto a nessuno”

Michelle Hunziker, travolta dai pensieri

Michelle Hunziker Instagram
Michelle Hunziker (foto Instagram)

Michelle Hunziker ha condiviso sui social delle parole molto serie e un appello disperato. La donna ha raccontato di essere molto pensierosa specialmente per via dell’attuale situazione che si sta generando a causa della pandemia globale. Purtroppo infatti il virus del covid-19 è tornato ad essere nuovamente molto aggressivo, dopo una pausa estiva in cui si pensava fosse diventato più lento e debole. A causa di tale situazione, sono state prese delle decisioni da parte del Governo italiano, per cercare di impedire la diffusione del coronavirus.

LEGGI ANCHE —>Michelle Hunziker, la confessione: “Non lo facevo da 12 anni”

Purtroppo il nuovo dpcm presentato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, prevede la chiusura di bar e ristoranti alle 18, mandando letteralmente in crisi un settore così importante dell’economia del nostro paese. La Hunziker ha voluto rivolgere i suoi pensieri e le sue parole a tutti i ristoratori che soffrono e che già negli scorsi mesi avevano cercato di riprendersi rimboccandosi le maniche e ritornando a lavorare sempre con il sorriso. Michelle dichiara di essere una frequentatrice assidua di ristoranti, specialmente perché ama potersi concedere prodotti che riguardano le eccellenze Italiane.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Oggi mi sono svegliata pensierosa… penso a tutti coloro che devono richiudere le loro attività… era già faticoso riprendersi, ma si sono tutti rimboccati le maniche e con determinazione e senza lamentarsi, si sono messi a lavorare… molti con il sorriso… l’ho visto io! Sono un assidua frequentatrice di ristoranti, li amo, li promuovo anche molto sui miei social perché amo le eccellenze italiane 🇮🇹 e non ho MAI smesso di andarci proprio perché credo che stando attenti e rispettando tutte le procedure igieniche si possa serenamente godere di tutte le meraviglie culinarie del nostro paese. I nostri bar che tanto ci contraddistinguono e ci invidiano da tutto il mondo e tutte le altre attività che ora si ritrovano a dover chiudere dalle 18.00 o del tutto… sono in estrema difficoltà. Capisco che non sia facile la gestione di questo virus e capisco anche che per salvaguardare la nostra salute non si possa accontentare tutti, ma con FORZA chiedo anch’io al nostro governo di sostenere le famiglie e le attività in difficoltà in questo momento… nel cercare di contenere il virus…non bisogna però morire di fame… . #dpcm

Un post condiviso da Michelle Hunziker (@therealhunzigram) in data:

La Hunziker ha infatti dichiarato che non ha mai smesso di recarsi in tali luoghi durante tutto questo periodo, sostenendo che con le giuste precauzioni ci si poteva serenamente godere le specialità culinarie che l’Italia ci offre. Michelle capisce che si stanno cercando di intraprendere delle misure per evitare ripercussioni gravi causate dal virus, ma sostiene anche tutti i ristoratori che sono in grande crisi. La donna infatti sa che non è facile gestire tale situazione d’emergenza, ma allo stesso tempo fa un appello al governo affinché possa sostenere le famiglie e le attività che sono in difficoltà e pericolo. Sono in tanti infatti coloro che temono forse di più morire di fame che a causa del virus.