Home Cinema Arnold Schwarzenegger operato d’urgenza, come sta? La corsa in ospedale

Arnold Schwarzenegger operato d’urgenza, come sta? La corsa in ospedale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:28
CONDIVIDI

Arnold Schwarzenegger è stato operato d’urgenza: il famosissimo attore di Hollywood ha fatto preoccupare tutti, come sta?

Arnold Schwarzenegger
Arnold Schwarzenegger (Fonte: Getty Images)

Arnold Schwarzenegger è stato nuovamente operato d’urgenza al cuore per la sostituzione della valvola aortica, dopo essere già finito sotto i ferri per la sostituzione di quella polmonare di qualche anno fa. In molti si chiedono come stia adesso il famosissimo attore che grazie al ruolo di “Terminator” è stato un vero e proprio punto di riferimento per il mondo del cinema e non solo.

Ecco tutti gli aggiornamenti riguardo alle sue condizioni di salute: i fan si erano preoccupati tantissimo a riguardo non appena lo hanno saputo. Una cosa, però, è certa: nonostante i suoi 73 anni si dimostra ancora una volta davvero molto forte fisicamente, dimostrando al mondo intero che è un vero e proprio duro nella vita di tutti i giorni, oltre ovviamente ad esserlo nel mondo del cinema.

LEGGI ANCHE -> Arnold Schwarzenegger, non credete davvero ai vostri occhi

Arnold Schwarzenegger operato al cuore: come sta?

Arnold Schwarzenegger

Arnold Schwarzenegger sta bene, anzi, “benissimo”, come ha scritto proprio di suo pugno su Twitter: il famosissimo attore, infatti, ha confessato di essere stato operato in uno degli ospedali più importanti e rinomati di Cleveland.

Ma non finisce qui: dopo essere uscito dalla sala operatoria ed essersi svegliato, infatti, è riuscito anche a fare i suoi primi passi, dimostrando di essere già in un buono stato di forma visto e considerato il momento.

LEGGI ANCHE -> Chiara Giordano ex moglie Raoul Bova: una separazione burrascosa

Insomma, come si suol dire: tutto è bene quel che finisce bene ma la paura per i suoi fan era davvero tantissima visto che sono già tante le operazioni chirurgiche che nel corso degli anni ha dovuto affrontare l’uomo che, tuttavia, non molla mai.