Home News Sinisa Mihajlovic malattia, come sta oggi? Un pericolo costante

Sinisa Mihajlovic malattia, come sta oggi? Un pericolo costante

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:20
CONDIVIDI

Sinisa Mihajlovic ha dovuto fare i conti con una malattia drammatica: la leucemia. Oggi come sta? La preoccupazione rimane altissima sempre.

Mihajlovic
Sinisa Mihajlovic

Sinisa Mihajlovic non è solo un ex calciatore ed allenatore del Bologna: è un vero e proprio guerriero. Lo è sempre stato, in campo e fuori, nella vita, dove più conta. Purtroppo da qualche anno il tecnico serbo deve fare i conti con una bruttissima malattia, la leucemia, che gli è stata diagnosticata.

Dopo un periodo di stop forzato, in cui si è sottoposto a tutte le visite ed alle cure del caso, oggi sembra proprio che il noto volto del calcio ne sia uscito vincitore, anche grazie all’aiuto importantissimo dello staff e dei calciatori del Bologna e, soprattutto, della sua famiglia.

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

💕 Quando sorridi non c’è nulla da aggiungere 💕

Un post condiviso da Arianna Rapaccioni Mihajlovic (@ariannamihajlovic) in data:

Sua moglie Arianna ed i suoi sei figli sono stati importantissimi, sono sempre stati al suo fianco. In questi ultimi mesi, però, il livello del pericolo, dell’attenzione, è sempre altissima poiché, con la pandemia globale, soprattutto per chi ha sofferto di leucemia come lui, il rischio è assai elevato.

LEGGI ANCHE -> Sinisa Mihajlovic come sta? Le parole di sua figlia Virginia

Sinisa Mihajlovic leucemia, come sta? Aggiornamenti sulla malattia

Sinisa Mihajlovic
Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna

Sinisa Mihajlovic oggi sta decisamente meglio: le sue condizioni di salute sono decisamente migliorate ed il male sembrerebbe una volta per tutte sconfitto a tal punto che è tornato da ormai parecchio tempo ad allenare.

LEGGI ANCHE -> Arianna Rapaccioni moglie Sinisa Mihajlović: retroscena sul passato

Ciò nonostante in questi casi, purtroppo, il pericolo è dietro l’angolo: per questo motivo non si deve mai per nessuna ragione abbassare la guardia. Oltre ai controlli, soprattutto in questo periodo di pandemia globale, bisogna fare quell’attenzione in più che non guasta mai. Il peggio, però, è passato ed il guerriero è finalmente tornato.