Home Cinema Natale senza cinema? L’industria rischia grosso

Natale senza cinema? L’industria rischia grosso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:27
CONDIVIDI

Purtroppo la pandemia è una realtà con cui Hollywood deve fare i conti. I contagi alle stelle impediscono la diffusione di tutte le pellicole più attese. 

solidarietà al cinema america

Vi stiamo aggiornando in tempo reale su tutti i film che al momento sono stati slittati a causa della pandemia; ma il conteggio sembra non arrestarsi. Per evitare sovraffollamenti o, peggio, che i risultati al botteghino non siano soddisfacenti – dovendo rispettare le norme di sicurezza i biglietti staccati sono circa un terzo per spettacolo rispetto il normale – l’industria preferisce arrestarsi quasi completamente e attendere che la situazione migliori.

Leggi anche –> The Batman: ci sarà mai una distribuzione per il film?

Quanti altri film non vedranno la sala a breve?

James Bond - No time to die
James Bond – No time to die

Vi abbiamo parlato infatti degli slittamenti di No Time To Die e Dune, ma la lista di film che saranno posticipati è molto più lunga di così e va dai tanto attesi cinecomics a blockbuster più generici. È questa infatti la categoria di film più colpita, mentre sembra che i film minori, come Assassinio sul Nilo, non avranno problemi di distribuzione.

La ragione è ovviamente mantenere alti gli incassi e sarebbe impossibile in un momento come questo. Una mossa che ha una sua logica ma anche un importante rovescio di medaglia: più si aspetta più cinema chiuderanno e si rischierà ugualmente di avere poca distribuzione.

In ogni caso non si può fare diversamente e dovremo aspettare quindi Febbraio, se non ci saranno altre emergenze, per vedere The King’s Man – Le Origini, prequel del film Kingsman – Secret Service. Per il primo cinecomics invece dovremo aspettare Black Widow, rimandato ad Aprile 2021.

In Italia proveremo a tamponare la situazione con le nostre pellicole, di entrate più modeste rispetto ai grandi blockbuster statunitensi, mentre negli States dovranno affidarsi a piccole pellicole indie o ai progetti di Netflix e Prime, che tuttavia hanno imposto una condizione, i film dovranno essere proiettati in contemporanea con l’uscita online e non prima. Uno dei casi in questi giorni più discussi è Borat 2, che Amazon concederà agli esercenti in via del tutto straordinaria.

Leggi anche –> Marvel e Disney a rischio? Tutto quello che sappiamo