Home Cinema Jurassic World – Il regno distrutto, il segnale di una saga che...

Jurassic World – Il regno distrutto, il segnale di una saga che continua?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:00
CONDIVIDI

‘Jurassic World – Il regno distrutto andrà in onda su Canale 5. Ma a quali scenari potrebbe portare questo film? Eccone alcuni.

jurassic world

‘Jurassic World – Il regno distrutto’ stasera sarà uno dei programmi previsti. Il film andrà infatti in onda su Canale 5 e senza alcun dubbio conquisterà i telespettatori che decideranno di seguirlo e di guardarlo con attenzione. Innanzitutto va detto che la pellicola è il sequel di ‘Jurassic World’, datato 2015, ed è il quinto capitolo cinematografico del franchise di ‘Jurassic Park’. Ma qual è la trama? Il racconto ovviamente non può non partire dagli episodi che l’hanno preceduto.

LEGGI ANCHE -> La forma dell’acqua, l’incredibile fantasy moderno di Guillermo del Toro

‘Jurassic World – Il regno distrutto’, tutto quello che si sa sul film

A tre anni di distanza dai fatti di Jurassic World, Isla Nublar sta per essere sommersa da lava vulcanica. Ed è per questo che il governo, tra l’altro nel giro di poco tempo, deve decidere se salvare i dinosauri superstiti che la popolano o se lasciare che la natura faccia in maniera inevitabile il suo corso. Eli Mills propone a Claire di coinvolgere Owen per una missione di salvataggio, che recuperi anche il Raptor super-intelligente Blue. Insomma, questo è ciò che si racconta nel film, che ha senza alcun dubbio dato il segnale che la saga di ‘Jurassic Park’ può continuare e andare avanti.

LEGGI ANCHE -> Se mi lasci ti cancello: come si rovina un capolavoro?

Sicuramente va sottolineato l’importante lavoro del regista Juan Antonio Bayona, che ha ridato linfa e modificato completamente la scenografia rispetto ai capitoli precedenti. E questo è un qualcosa di cui si rende conto guardando il film con grande attenzione. Ed è probabilmente per questo che, tutti gli amanti del grande cinema, oggi si sintonizzeranno su Canale 5. E chissà se il mondo dei social, come molto spesso accade in questi casi, non si popolerà di commenti, osservazioni, e opinioni.