Home Televisione Gino e Lina Scuccia genitori suor Cristina, cos’hanno fatto per la figlia

Gino e Lina Scuccia genitori suor Cristina, cos’hanno fatto per la figlia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:53
CONDIVIDI

Gino e Lina Scuccia sono i genitori di Suor Cristina. I due hanno fatto un gesto importante per loro figlia. Ma di che cosa si tratta?

suor cristina

‘Name That Tune – Indovina la canzone’. Questo è il titolo del nuovo programma, che va in onda su Tv8 e che segnerà il ritorno sul piccolo schermo di Enrico Papi. Saranno però tanti altri i protagonisti della trasmissione, che è sicuramente molto attesa per svariati motivi. Tra gli ospiti c’è suor Cristina, che sarà uno dei capisquadra. E sul personaggio esploso a ‘The Voice Italy‘ c’è davvero tanto da raccontare.

LEGGI ANCHE -> Lutto Enrico Papi, la morte l’ha colpito profondamente

Gino e Lina Scuccia genitori suor Cristina, il loro gesto non è passato inosservato

suor cristina

Cristina Scuccia è legatissima alla sua famiglia e in particolar modo ai suoi genitori, Gino e Lina. n una recente intervista, rilasciata un po’ di tempo fa ai microfoni de ‘Il Corriere della Sera’, la donna ha parlato delle sue origini e di quelle dei suoi familiari: Ci siamo trasferiti in una catapecchia e ho dovuto fare tanti lavoretti per mantenere me e i miei genitori, anche aiutare coi mattoni mio padre a mettere in piedi la casa. Il Signore mi aveva voltato le spalle e io mi sono sentita abbandonata. E allora il mio Dio divenne il canto. Come mi distraevo? Posso dire che sognavo solo di andare a Roma a fare un musical. Insomma, non ne volevo più sapere della fede, anche se cantavo ai matrimoni”.

LEGGI ANCHE -> Suor Cristina, chi è? Da The Voice a Ballando con le stelle

Suor Cristina, che tra l’altro ha partecipato anche a ‘Ballando con le stelle’, ha sempre avuto i suoi genitori accanto. Una dimostrazione è il fatto che i due, dalla Sicilia, si sono recati negli studi Rai per seguirla e sostenerla proprio durante la sua avventura a ‘Ballando con le stelle’. Un gesto che, ancora oggi, non è stato dimenticato.