Home News Incidente per un ex calciatore: tifosi in ansia. Come sta?

Incidente per un ex calciatore: tifosi in ansia. Come sta?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:43
CONDIVIDI

Mondo del calcio in ansia per un incidente domestico accaduto a un noto ex calciatore. Ma quali sono le sue condizioni di salute?

calcio in ansia

Mondo del calcio in ansia per un noto personaggio, che ha nel passato indossato le maglie di Torino, Roma e Fiorentina, entrando senza alcun dubbio nella storia di questo sport. Il riferimento è, come in molti avranno capito fin da subito, a Ciccio Graziani, ora affermato opinionista televisivo e radiofonico e dirigente. Il nativo di Subiaco ha infatti avuto un incidente domestico. L’ex attaccante è, secondo quanto è stato raccontato, caduto da una scala nella sua casa di Arezzo. Ma come sta? Le su condizioni di salute hanno destato un po’ di preoccupazione, soprattutto nei primi momenti.

LEGGI ANCHE -> Lutto nel mondo del calcio, un terribile incidente mortale

Calcio in ansia, ex attaccante ricoverato per un incidente domestico: come sta?

Il 67enne infatti è stato ricoverato in ospedale nella stessa città toscana con diverse costole fratturate. Graziani, seppur soltanto per un paio di giorni, è stato tenuto nel reparto di rianimazione. Il tutto è stato fatto comunque in via precauzionale. L’ex bomber poi è stato trasferito in reparto ordinario. Le sue condizioni ora sarebbero buone e non desterebbero più particolari preoccupazioni. L’ex calciatore sarebbe comunque costantemente monitorato e tenuto sotto controllo.

LEGGI ANCHE -> Grave lutto nel mondo del calcio, Nainggolan dolore inaccettabile

Insomma, per il buon Ciccio e per i suoi familiari si sarebbe trattato soltanto di un grande spavento. L’opinionista, protagonista dell’ultimo scudetto del Torino l 1976 e campione del mondo con l’Italia in Spagna nel 1982, resta comunque ancora ricoverato in un’ospedale. Tanti ovviamente i messaggi di auguri, di in bocca al lupo e di pronta guarigione di tifosi, amici, colleghi ed ex compagni di squadra. Sicuramente tutti hanno tirato un grosso sospiro di sollievo. Ora non resta che attendere quando l’uomo sarà dimesso e potrà tornare a casa.