Home News Nina Moric attacca suo figlio Carlos: “Vergognati!”

Nina Moric attacca suo figlio Carlos: “Vergognati!”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:24
CONDIVIDI

Nina Moric ha bacchettato pubblicamente suo figlio Carlos, nato dal grande amore tra lei e Fabrizio Corona, in merito ad una frase pubblica. Le sue parole.

Nina Moric figlio Carlos
Nina Moric e il figlio Carlos

Nina Moric ha avuto modo di parlare pubblicamente di suo figlio Carlos Maria, nato dal suo grande amore per Fabrizio Corona con cui sembra avere avuto ultimamente dei problemi dopo un periodo in cui i due sembravano essersi riappacificati.

Il tutto è partito da alcune frasi che il ragazzo avrebbe detto usando anche il termine “checche”, parola che avrebbe letteralmente mandato fuori di testa la showgirl e modella croata che ha risposto per le rime lanciando allo stesso tempo un vero e proprio sos al ragazzo che, almeno secondo la sua opinione, sembra essere cambiato tantissimo negli ultimi tempi ed allo stesso tempo non sembra più tornato in lui.

Che cosa gli sarebbe successo? Noi non lo sappiamo, ma ecco le sue parole a riguardo che lasciano ben poco spazio all’immaginazione.

LEGGI ANCHE -> Nina Moric, i fan: “La sua vita messa a rischio”

Nina Moric contro suo figlio Carlos: la frase “incriminata”

Nina Moric Instagram
Nina Moric

Ecco le storie Instagram di Nina Moric che lancia un vero e proprio allarme nei confronti di suo figlio.

LEGGI ANCHE -> Maurizio Costanzo, dichiarazione d’amore estrema a Maria De Filippi

Nina Moric figlio Carlos
Le storie di Nina Moric per il figlio Carlos

Insomma, sembrano esserci davvero pochissimi dubbi a riguardo: le sue parole sembrano essere quelle di una mamma davvero molto preoccupata e nulla più, come del resto è giusto che sia. 

Staremo a vedere se ci saranno ulteriori dettagli a riguardo e se effettivamente ci saranno aggiornamenti riguardo il loro rapporto. Una cosa, però, è certa: dalle parole della showgirl la preoccupazione, sana e normale, di una madre è fuori discussione nei confronti di un figlio le cui parole, secondo il suo pensiero, non possono più essere tollerate.