Home Televisione Boss delle Cerimonie, è morta la moglie di don Antonio Polese

Boss delle Cerimonie, è morta la moglie di don Antonio Polese

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:18
CONDIVIDI

Brutta notizia per la nota trasmissione ‘Boss delle Cerimonie’. Infatti è la scomparsa la moglie del boss don Antonio Polese.

Antonio Polese boss delle cerimonie

Brutta notizia per tutti i telespettatori del ‘Boss delle Cerimonie‘, programma in onda sul Real Time. La trasmissione era stata ideata da don Antonio Polese, scomparso circa tre anni fa. Ora il lutto torna al sconvolgere il noto programma. Infatti è arrivata nella giornata odierna la notizia della morta della vedova dell’uomo Rita Grieco. La donna è stata stroncata all’età di 80 anni dal Covid-19. Pur non avendo sviluppato sintomi, ha molto probabilmente pagato le sue patologie pregresse.

LEGGI ANCHE -> Don Antonio Polese, il Boss delle Cerimonie: chi era il papà di Imma Polese?

‘Boss delle Cerimonie’, morta la mogile di don Antonio Polese

Morte Don Antonio Polese

L’80enne era stata ricoverata in seguito al focolaio che si era sviluppato all’interno dell’hotel Sonrisa, che era gestito proprio dalla sua famiglia. Non a caso, oltre a lei, era finito in ospedale anche il genero Matteo Giordano, marito di Imma Polese, che potrebbe però essere dimesso a breve, già nelle prossime ore. Secondo voci e indiscrezioni, l’uomo sarebbe infatti in fase di guarigione e in attesa del secondo tampone negativo per poter ritornare a casa e ritenersi guarito dall’infezione da Covid-19.

LEGGI ANCHE -> Il Castello delle Cerimonie è stato colpito: perchè è chiuso?

Va detto che la notizia della scomparsa di Rita Grieco arriva soltanto poco giorno dopo la sempre più probabile conferma del fatto che il Castello delle Cerimonie sarà chiuso per sempre. Il motivo? Il tutto sarebbe avvenuto per motivi cautelari e di sicurezza in attesa della ripresa delle registrazioni. Infatti, sempre a causa della pandemia, sono stati sospesi i ricevimenti. Non resta che attendere quello che accadrà più avanti. Si tratta di una misura preventiva che servirà per igienizzare gli ambienti ed eseguire i tamponi su tutto il personale e le persone che possono aver avuto contatto con i positivi in questi giorni”, questo quanto riferito dal sindaco Abagnale.