Home Televisione Pierluigi Diaco, gaffe in diretta: nessuno l’aveva avvertito

Pierluigi Diaco, gaffe in diretta: nessuno l’aveva avvertito

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:14
CONDIVIDI

Attimo di leggero imbarazzo davanti alle telecamere da parte di Pierluigi Diaco che non si accorge di essere in diretta e rimane immobile: la sua reazione.

Pierluigi Diaco Io e te
Pierluigi Diaco, Io e te

Pierluigi Diaco è stato protagonista di un piccolo e veloce momento di imbarazzo generale davanti alle telecamere. Il tutto è avvenuto poco dopo la fine del Tg1 in cui, come ormai sappiamo, è presente il consueto “lancio” in cui il noto conduttore va a presentare non solo l’ospite della giornata (in questo caso Carla Fracci e suo marito Beppe Menegatti) ma anche i suoi due ormai storici compagni di viaggio, Santino Fiorillo e Katia Ricciarelli.

Nessuno, tuttavia, dalla regia sembra che oggi lo abbia avvertito del fatto di essere in diretta: il noto conduttore, nonché famoso speaker radiofonico, ha infatti continuato per un attimo a parlare con i suoi ospiti fissi per poi bloccarsi improvvisamente per qualche secondo.

LEGGI ANCHE -> Pierluigi Diaco cambia orario: ecco quando andrà in onda Io e Te

Pierluigi Diaco non si accorge di essere in diretta: “Avvertitemi”

Selvaggia Lucarelli Pierluigi Diaco
Selvaggia Lucarelli contro Pierluigi Diaco

La sua reazione di primo impatto è stato chiedere alla regia se effettivamente fosse in diretta oppure no e, dopo avere ricevuto una risposta affermativa dai cameraman, il conduttore, leggermente stizzito, ha chiesto, seppur in modo molto gentile e pacato come è del resto nel suo stile, di avvertirlo del fatto di essere in onda.

LEGGI ANCHE -> Santino Fiorillo confessa una grande passione: le sue parole

Insomma, una piccola gaffe che comunque, bisogna dirlo, il marito di Alessio Orsingher ha saputo affrontare e portare avanti nel migliore dei modi. La sua ormai importante esperienza in tv ha senz’altro aiutato, tuttavia questi momenti davanti alle telecamere, in generale, sono abbastanza comuni.

Del resto, non è affatto semplice cercare di far funzionare alla perfezione una macchina così complessa: a volte, come ad esempio oggi, c’è la possibilità di avere uno scarto di qualche secondo, una piccola ma veniale incomprensione.