Home Televisione Lutto nel mondo dello spettacolo, l’addio ad un nome importante

Lutto nel mondo dello spettacolo, l’addio ad un nome importante

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:40
CONDIVIDI

Grande lutto nel mondo dello spettacolo, si spegne oggi un personaggio molto noto. Ecco tutte le informazioni che riguardano il tragico evento.

lutto nel mondo del cinema

Il mondo dello spettacolo, del giornalismo e quello politico sono stati travolti da un duro lutto, con la scomparsa di Sergio Zavoli.

L’uomo nella sua vita è stato un grande giornalista, scrittore, politico, e anche Presidente della Vigilanza Rai.

Un grande talento il suo, con un’anima sincera, sensibile e attenta al giusto, che l’ha guidato lungo tutto il suo percorso e la sua carriera.

Il percorso televisivo dell’uomo è cominciato molto presto, nel 1948 e l’ha sempre sostenuto con grande cura e amore.

LEGGI ANCHE —>Lutto nel mondo dello spettacolo, aveva solo 56 anni

Per lui il mondo dell’informazione era molto diverso dall’idea che se ne ha attualmente e aveva di più a che fare con un’etica informativa reale, che avrebbe dovuto guidare il pubblico con grande responsabilità.

Secondo la sua visione delle cose la televisione doveva essere un mezzo per promuovere la cultura e un’idea di crescita civile che riguarda la società, parole sue che sono state riportate anche dal giornale La Repubblica.

Sergio Zavoli, l’addio ad una mente brillante

Sergio Zavoli
Sergio Zavoli

È morto oggi a Roma all’età di 96 anni Sergio Zavoli, lasciando un immenso vuoto per tutti quelli che lo rispettavano, per il mondo della TV e quello politico.

Tantissimi i successi e le idee avute dall’uomo, come i vari reportage televisivi straordinari tra cui Nascita di una dittatura, Viaggio intorno all’uomo e La notte della Repubblica.

LEGGI ANCHE —>Lutto nel cinema: morto regista americano che ha fatto la storia

In particolare quest’ultimo ruotava attorno al tema del terrorismo, con 50 ore di girato fra domande, testimonianze e racconti di un’Italia devastata.

I suoi successi sono stati però anche in qualità di scrittore e di politico e in particolare in quest’ultimo campo fu tre volte senatore con i Ds, con il PD e con l’Ulivo.

Nella sua vita il ricordo anche di una splendida amicizia avuta con il regista Federico Fellini e pare che, come riportato da La Repubblica, l’uomo abbia dato disposizione di essere sepolto proprio accanto al suo amico.