Home Personaggi Riccardo Muti, il musicista salvato da un miracolo!

Riccardo Muti, il musicista salvato da un miracolo!

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:00
CONDIVIDI

Stasera su Rai 3 la replica di A raccontare comincia tu e a raccontarsi ci sarà il maestro Riccardo Muti, intervistato dalla dolcissima Raffaella Carrà

Riccardo Muti
Riccardo Muti

Musicista di fama mondiale, seduto nel salotto di casa sua a Ravenna, racconterà a Raffaella Carrà gran parte della sua vita, sin dagli esordi, quando per la prima volta i suoi genitori gli regalarono il suo primo strumento musicale: un violino. Racconta che in famiglia era il padre ad essere particolarmente legato alla musica, vista la sua eccezionale voce da tenore ed è il motivo per il quale ci teneva molto che tutti e cinque i suoi figli avessero una buona educazione in materia. Quando Riccardo durante il giorno di San Nicola, che è un po’ come Babbo Natale, si svegliò trovò lo strumento che gli era stato assegnato e iniziò le lezioni di solfeggio con una maestra che dice di ricordare ancora che aspetto avesse. Ci fa sorridere ascoltarlo mentre ci spiega quanto fosse noioso e quasi impossibile portare a termine con successo quelle lezioni, poi, però, dopo che la madre gli disse di tentare l’ultimo mese una mattina si alzò e come per miracolo sapeva a memoria tutte le note che fino al giorno prima non riusciva a memorizzare. Muti dice che la maestra pensò a un miracolo di San Nicola.

Leggi anche–> Raffaella Carrà irriconoscibile

Riccardo Muti, la madre: sono gli altri che devono applaudire

Riccardo Muti
Riccardo Muti

Oltre ad essere un professionista, nonostante abbia 79 anni, è un uomo auto ironico, colto e cresciuto con una disciplina molto severa che oggi si può notare nella sua estrema educazione nel porsi con Raffaella. Tra gli aneddoti raccontati quello che più ci fa sorridere è quando racconta di come sua madre ci tenesse che tutti i membri della famiglia rimanessero quasi impassibili alla fine dei concerti di Riccardo Muti, tanto che nessuno poteva applaudire. “Sono gli altri che devono applaudire o non applaudire, noi siamo della famiglia, quindi siamo neutrali”, è così che descrive quei momenti e lo fa con molto rispetto. Forse è la persona che è oggi anche grazie a come è stato cresciuto. Riccardo è sposato con Cristina Mazzavillani. Donna che ha da sempre un’importanza incredibile nella sua vita, con la quale ha avuto tre figli: Chiara, Domenico e Francesco.

Leggi anche–> Achille Lauro, una vita stravolta