Home News Heather Parisi preoccupatissima: la paura della showgirl cresce ogni giorno

Heather Parisi preoccupatissima: la paura della showgirl cresce ogni giorno

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:40
CONDIVIDI

Heather Parisi è davvero molto preoccupata. La donna infatti si trova ad Hong Kong in cui la situazione è davvero molto difficile: la paura è enorme.

Heather Parisi
Heather Parisi

Heather Parisi sta vivendo un momento davvero molto difficile dal momento che, come sappiamo, ormai da parecchio tempo la showgirl vive ad Hong Kong insieme al marito ma, purtroppo, in questa città, la pandemia globale sta avendo in questi giorni degli effetti piuttosto pesanti.

A differenza di qualche altro paese come ad esempio l’Italia, infatti, il lockdown e tutto ciò che ne consegue sta avendo in questo periodo degli effetti molto importanti.

La sensazione è che sia in arrivo, almeno da quelle parti, una vera e propria terza ondata dopo le prime due degli scorsi giorni. La paura di rimanere intrappolati nuovamente all’interno delle proprie case, dunque, cresce di ora in ora, di giorno in giorno.

LEGGI ANCHE -> Heather Parisi, critica su Instagram che fa riflettere sulla vita

Heather Parisi è preoccupata: Hong Kong sotto la morsa della pandemia

Heather Parisi paura del Coronavirus: "Avevo bisogno di staccare"

Heather Parisi ha infatti spiegato che fino ad oggi, in teoria, si può ancora uscire ma bisogna adottare delle regole molto più rigide di quelle fatte fino ad ora.

Per prima cosa, infatti, la mascherina è obbligatoria anche se ci si trova in locali esterni e ben aerati, mentre è vietato nella maniera più assoluta darsi la mano quando si è in più di due persone.

LEGGI ANCHE -> Umberto Maria Anzolin marito Heather Parisi: imprenditore sotto accusa

Insomma, dei piccoli ma davvero molto importanti accorgimenti nel rispetto della salute di tutti nella speranza che questa pandemia globale e questo virus possano essere contenuti il più possibile.

Staremo a vedere che cosa accadrà ma intanto la paura per lei e per la sua famiglia torna ad essere, dopo tanti mesi da quel fatidico febbraio in cui tutto è scoppiato nel resto del mondo Cina esclusa, ai massimi livelli.