Home Televisione Rai, quante novità nei palinsesti: c’è anche un nome a sorpresa

Rai, quante novità nei palinsesti: c’è anche un nome a sorpresa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:01
CONDIVIDI

Decisi i palinsesti 2020/2021 in casa Rai. Tante le novità e le sorprese, tra cui qualche nome inatteso. Ecco tutti i dettagli.

Rai

In casa Rai è sempre più tempo di decisioni. In viale Mazzini stanno infatti prendendo forma i palinsesti della prossima stagione televisiva. Le indiscrezioni di qualche giorno fa hanno parlato di novità importanti e di vere e proprie rivoluzioni. Le voci e i rumors continuano a susseguirsi e l’idea è che le sorprese potrebbero davvero essere tante. A confermare le sensazioni è stato il noto portale ‘Davide Di Maggio’. Ma che cosa potrebbe succedere?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Antonella Clerici torna in prima serata sulla Rai? La casa nel bosco e non solo

Palinsesti Rai, tante novità: ecco i piani di viale Mazzini

Rai programma

A colpire è l’assenza ormai quasi certa di Elisa Isoardi, vista la conclusione de ‘La Prova del Cuoco’, uno dei programmi storici. Al suo posto dovrebbe esserci un nuovo format condotto da Antonella Clerici, che tra l’altro dovrebbe condurre anche ‘The Voice Senior’. Tra le novità più importanti dovrebbe esserci Serena Bortone con il suo ‘Ogni mondo è Paese’, che potrebbe prendere il posto di ‘Vieni da me’. Cambiamenti anche a ‘Uno Mattina’, con la coppia formata da Marco Frittella e Monica Giandotti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Bianca Guaccero futuro incerto? La Rai cambia tutto, lei trema

Tra le novità di Rai 2 non può non colpire il fatto che ci sarà anche la messa in onda di ‘Unposted’. il documentario di Chiara Ferragni. Importante però anche la promozione di Alberto Matano, che condurrà ‘La Vita in diretta’ in solitaria. Infine si può dire che tra i programmi più attesi di sempre della seconda rete Rai ci saranno quelli condotti da Paola Perego, che si occuperà dei rapporti tra nonni e nipoti, e del giornalista Milo Infante, che si occuperà di informazione ed attualità. Insomma, una sorta di vera e propria mini rivoluzione. Ora non resta che attendere l’ufficialità.