Home Cinema Barbara D’Urso, ricordo dell’attore scomparso: non tutti gradiscono il post

Barbara D’Urso, ricordo dell’attore scomparso: non tutti gradiscono il post

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:14

Barbara D’Urso continua ad attirare polemiche su di sé e lo fa anche per un post su Instagram di oggi che ha portato il pubblico a una timida protesta nei commenti.Barbara D'Urso scoppia in lacrime in diretta Tv e lascia tutti senza parole: cosa è successo e qual è il motivo di tanta commozione?

Poco fa la conduttrice di Mediaset ha pubblicato sul suo profilo Instagram una foto insieme a Massimo Troisi, il noto attore campano scomparso proprio il 4 giugno di 26 anni fa. Un ricordo che per alcuni è stato indelicato perché postato con un caffè e riprendendo la battuta che sempre la vede protagonista ogni giorno su Pomeriggio Cinque: “Caffeuccio con Massimo”. Come sempre c’è grande voglia di fare polemica anche di fronte a circostanze che sono evidentemente fuori da ogni tipo di polemica o di diatriba.

Leggi anche —> Barbara D’Urso rischia l’esclusione da Mediaset

Barbara D’Urso, ricordo attore scomparso: la carrieraBarbara D'Urso, lutto: il ricordo dell'amico scomparso

Barbara D’Urso ha voluto ricordare la scomparsa di Massimo Troisi, questa triste ricorrenza ci regala la possibilità di tornare a parlare di un attore che ha fatto la fortuna del nostro cinema. Massimo era nato a San Giorgio a Cremano il 19 febbraio del 1953, scomparendo prematuramente il 4 giugno del 1994 a Roma. Il suo debutto da attore è arrivato nel 1981 con Ricomincio da tre. E’ impressionante ammirare che segno indelebile abbia lasciato nella storia del cinema italiano se si considera che ha recitato in appena 12 film. L’ultimo lo ricorderanno tutti quel Il Postino dal romanzo di Pablo Neruda diretto con Michael Radford e che lo vedeva già alla fine dei suoi giorni.

Massimo è stato anche un grandissimo regista visto che ha diretto 7 film di eccezionale fattura e che la critica ha osannato. La sua carriera era iniziata come cabarettista e aveva attirato l’attenzione di tantissimi artisti del nostro paese e ancor più della Campania. Gli ultimi giorni coincisero con il ruolo de Il Postino che lo videro recitare in una condizione che gli chiedeva una controfigura per le scene più faticose. Considerava quel film parte della sua vita, tanto da volerlo recitare col suo cuore prima del trapianto. Morì nel sonno poche ore dopo la fine delle riprese senza mai avere la possibilità di assistere al successo del film in sala.