Home Televisione Alberto Matano, paura a La vita in Diretta: calci e pugni contro...

Alberto Matano, paura a La vita in Diretta: calci e pugni contro il cameraman

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:39

Attimi di paura a La vita in diretta, l’inviato Giuseppe Di Tommaso e il suo operatore sono stati aggrediti, il racconto ad Alberto Matano lascia tutti senza parole.

Alberto Matano addio alla Vita in Diretta

Una puntata difficile per Albero Matano quella andata in onda il 26 maggio 2020, l’ex mezzo busto del Tg 1 ha infatti dovuto raccontare dell’aggressione subita da alcuni operatori del talk.

Matano ha infatti raccolto la testimonianza di Giuseppe Di Tommaso, l’inviato Rai e il suo cameraman hanno subito un’aggressione durante un servizio a Bari: ecco cosa è successo.

Alberto Matano, paura a La vita in diretta

Alberto Matano addio alla Vita in Diretta

Attimi di paura per l’inviato de La Vita In Diretta Giuseppe Di Tommaso e il suo operato, come hanno infatti rivelato ad Alberto Matano i due sono stati vittime di un’aggressione nel corso di un sevizio sulle spiagge di Bari.

Di Tommaso si trovava in Puglia per investigare sul comportamento degli italiani sulle spiagge e sul rispetto delle regole anti-assembramento ancora in auge per l’emergenza sanitaria.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE-> Alberto Matano furioso con Michelle Hunziker, è polemica

Proprio durante le riprese sul lungomare di Bari l’inviato ha fermato alcuni passanti per rimproverarli di non rispettare le regole imposte dal governo, le reazioni sono state delle più diverse: molti hanno reagito con imbarazzo, altri si sono semplicemente scusati. Tuttavia c’è chi ha preso le parole di Giuseppe Di Tommaso sul personale, infuriandosi con l’inviato.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE->La vita in diretta estate, ecco chi sarà il nuovo conduttore: grandi novità

Un passate ha infatti risposto con violenza alla “predica” dell’inviato de La Vita In Diretta, l’uomo dopo aver coperto l’obiettivo della telecamere ha abbassato con violenza lo strumento affermando infuriato: “Se mi riprendi ancora butto a mare te e il tizio con la telecamera. Non puoi fare così.”

Giuseppe Di Tommaso ha poi spiegato di aver detto all’uomo di star esercitando il diritto di cronaca nel documentare il comportamento delle persone in merito alle norme anti-assembramento. Tuttavia l’uomo non si è lasciato persuadere e ha replicato il suo punto: “Se ti buttano a mare le persone fanno bene.”


Si è poi passati alla violenza fisica, stando a quant rivelato ad Albeto Matano in diretta l’uomo avrebbe colpito con calci e pugni il cameraman e strattonato il giornalista. Una situazione simile è accaduta qualche giorni fa a Vittorio Brumotti ferito nel corso di un servizio sullo spaccio a Milano.