Home Personaggi Edoardo Stoppa marito Juliana Moreira: il suo ultimo desiderio

Edoardo Stoppa marito Juliana Moreira: il suo ultimo desiderio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:30
CONDIVIDI

Edoardo Stoppa e Juliana Moreira sono una delle coppie più durature del mondo della televisione. Ma ecco cosa vorrebbe l’inviato di Striscia.

Edoardo Stoppa

Juliana Moreira è uno dei volti più noti del mondo della televisione, La ballerina è infatti protagonista del programma targato Mediaset e ideato da Antonio Ricci ‘Cultura Moderna’. La showgirl brasiliana, arrivata al successo anche grazie alla sua collaborazione con Teo Mammucari, fa parlare di sé anche per la sua vita privata e sentimentale. La sudamericana è infatti sposata da più di dieci anni con Edoardo Stoppa, inviato di ‘Striscia La Notizia’.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Edoardo Stoppa marito Juliana Moreira: gelosia reciproca

Edoardo Stoppa marito Juliana Moreira: due vite diverse

La coppia ha due figli, Sophie e Sol Gabriel, e tutto tra di loro sembra davvero andare a gonfie vele. C’è però una piccola differenza di vedute, che ha raccontato la stessa soubrette in una recente intervista. Il tutto sembrerebbe esser legato al fatto che il buon Edoardo vorrebbe avere almeno un altro figlio, ma lei non sarebbe d’accordo. Allargare la famiglia? Basta! Ci sono quattro bambini a casa, perché i due cani sono come bambini. Basta. E non diciamolo a Edo, che vorrebbe avere quattro figli… Sono io che dico di no, che sono ingrassata, che ho avuto la pancia, il parto naturale. No, ragazzi, no!”, queste le parole di Juliana.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Edoardo Stoppa, che fine ha fatto il marito di Juliana Moreira?

La brasiliana, che più di una volta ha raccontato qual è il segreto della sua bellezza, ha quindi al momento negato la possibilità di avere degli altri bimbi. La Moreira sembra esser felice così, spendendo bellissime parole per la sua famiglia: “La mia vita da mamma? Facendo il nostro lavoro siamo molto fortunati, perché riesci a stare più tempo in determinate situazioni con i tuoi figli. Diciamo non lavori tutti i giorni dalle 9 alle 18-19 di sera e quindi riesci a dedicare loro altro tempo. Sicuramente è impegnativo e serve fare sacrifici, ma sono felice“.