Home Personaggi Giovanni Impastato fratello Peppino Impastato, la pesante eredità

Giovanni Impastato fratello Peppino Impastato, la pesante eredità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:36
CONDIVIDI

Giovanni Impastato è il fratello del noto Peppino Impastato, vittima della furia omicida della mafia, che ne ha seguito le orme da attivista contro essa.

Giovanni Impastato
Giovanni Impastato

Giovanni Impastato è il nome del fratello del più noto Peppino Impastato, attivista e giornalista che si era impegnato nella lotta contro la mafia e che fu ucciso proprio da quest’ultima.

Anche il fratello Giovanni ha seguito le orme di Peppino, portando avanti con simile tenacia le stesse idee di libertà contro ogni forma di criminalità.

Raccogliendone dunque questa eredità importante del proprio fratello che ha pagato con la vita la sua lotta nei confronti della mafia, l’uomo è stato anche una pedina importante per arrivare ad una svolta nel processo riguardante l’omicidio di Peppino.

LEGGI ANCHE —> Antonino Caponnetto magistrato omicidio Peppino Impastato, la svolta

Giovanni insieme alla madre Felicia ed altri compagni del Centro siciliano di documentazione, cercarono di mettere insieme vari elementi per far riaprire il caso riguardante la morte del fratello.

Peppino Impastato infatti era stato ucciso dalla mafia che aveva provato però a depistare le indagini, facendo passare questo incidente per suicidio.

La mafia infatti cercava in tutti i modi di screditare l’immagine dell’uomo, colpevole di aver più volte sbeffeggiato sulla sua Radio Aut i boss della mafia.

Il suo corpo dunque fu posizionato sui binari di un treno e al di sotto fu posto del tritolo.

Giovanni Impastato, in nome del fratello Peppino

Peppino Impastato
Peppino Impastato

Anche Giovanni Impastato, come il fratello Peppino, si ritrova a vivere in una famiglia molto legata alla mafia, ma se ne distanziò specialmente dopo la morte di quest’ultimo.

Grazie a lui, alla madre e alla partecipazione di altri attivisti si riuscirono a mettere insieme documenti utili per arrivare a riaprire il caso dell’omicidio di Peppino.

LEGGI ANCHE —> Gaetano Badalamenti assassino Peppino Impastato, il boss di Cinisi

Nel 1984 il magistrato Antonino Caponnetto stabilì anche grazie alle indicazioni del predecessore Rocco Chinnici ucciso dalla mafia l’anno prima, di riconoscere la matrice mafiosa dell’omicidio.

Il nome di Peppino Impastato dunque fu ripulito definitivamente pubblicamente, anche se nessuno aveva mai creduto all’ipotesi del suicidio.

Giovanni Impastato è inoltre tra i fondatori di Casa memoria Felicia e Peppino Impastato, importante associazione contro la mafia.