Home Televisione Caterina Balivo ricorda Ezio Bosso: parole commoventi a ‘Vieni Da Me’

Caterina Balivo ricorda Ezio Bosso: parole commoventi a ‘Vieni Da Me’

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:27
CONDIVIDI

Caterina Balivo ha voluto ricordare Ezio Bosso, il pianista morto oggi a soli 48 anni. Ecco le parole commoventi della conduttrice.

caterina balivo
Caterina Balivo

La notizia della morte di Ezio Bosso ha senza alcun dubbio commosso tutto il mondo del web e dei social network. Tanti i ricordi, gli omaggi e le belle parole dedicate al pianista, che da anni conviveva con una malattia neurodegenerativa. A volergli dedicare un pensiero è stata anche Caterina Balivo. Davvero commoventi, toccanti ed emozionanti le parole delle conduttrice di ‘Vieni da me’.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Caterina Balivo stanca e stressata? La foto getta ombre sul suo futuro

Caterina Balivo, la sua commozione per Ezio Bosso

caterina balivo hater

la partenopea ha omaggiato il pianista scomparso all’età di 48 anni con un lungo post Instagram. Queste le sue parole: “La musica ci insegna la cosa più importante che esista: ascoltare”.
Buon viaggio maestro Ezio Bosso. A tutti noi mancherà la tua arte, il tuo indimenticabile sorriso e quella incredibile voglia che avevi di abbracciare la vita, nonostante tutto“. Frasi davvero vere e sincere e che fanno capire la commozione di Caterina, che sicuramente ne parlerà nella puntata odierna di ‘Vieni da me‘, che andrà in onda su Rai Uno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Caterina Balivo bersagliata dagli insulti: ecco che cosa è successo

Immediati i commenti e le reazioni dei follower della Balivo. Anche questi ultimi hanno voluto dedicare un pensiero a Ezio Bosso: “Sei stato un grandissimo musicista e un grandissimo uomo”, “Ciao Ezio… Io ho imparato tardi a suonare il piano ed è stato molto difficile, ma quando guardavo i tuoi concerti tu mi hai insegnato a non gettare mai le redini. Grazie sei stato un grande e rimarrai per sempre nei cuori di tutti noi”: queste alcuni dei messaggi arrivati sotto il post della napoletana. Insomma, il ricordo del pianista è un qualcosa che sembra davvero accomunare tutti.