Home News Delitto di Santa Croce Camerina, Lorys Stival: tutte le novità sul caso

Delitto di Santa Croce Camerina, Lorys Stival: tutte le novità sul caso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:02
CONDIVIDI

Il Delitto di Santa Croce Camerina è l’infanticidio di Lorys Stival, il bambino di 8 anni che è stato strangolato: chi è il colpevole?

Delitto Santa Croce Camerina
Delitto Santa Croce Camerina

Il Delitto di Santa Croce Camerina è il caso dell’omicidio di Lorys Stival che è stato ritrovato morto in un canale. Il bambino è stato strangolato con alcune fascette di plastica e il processo ha deciso chi sia il colpevole, ma analizziamo i fatti.

Santa Croce Camerina è un piccolo comune in provincia di Ragusa; il 29 novembre 2014, Veronica Panarello denuncia la scomparsa del figlioletto Lorys Stival, di 8 anni. Lei afferma di averlo accompagnato a scuola quella mattina, ma le maestre non l’hanno visto entrare.

I carabinieri iniziano le ricerche, ma il cadavere di Lorys viene ritrovato da un cacciatore di zona il pomeriggio dello stesso giorno, in un canale alla periferia di Santa Croce Camerina. Dopo l’interrogazione in Procura viene arrestata per il delitto la mamma del piccolo Stival, Veronica Panarello.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Il delitto Varani; la ricostruzione dell’omicidio

Delitto di Santa Croce Camerina, tutta la verità

Delitto Santa Croce Camerina
Delitto Santa Croce Camerina

Lorys Stival è stato ucciso la mattina del 29 novembre, secondo l’autopsia, per strangolamento. La mamma del bambino è stata accusata dell’omicidio e, interrogata dalla Procura e nel corso del processo, ha dato varie versioni della sua verità.

Inizialmente la donna si è dichiarata colpevole, ammettendo di aver avuto un eccesso di ira a causa di un capriccio di Lorys che non voleva andare a scuola quella mattina. Successivamente, nel 2016, Veronica Panarello ha raccontato che il bambino si sarebbe strozzato da solo con delle fascette di plastica che aveva trovato in casa. Secondo la sua versione non avrebbe fatto in tempo a soccorrerlo e avrebbe gettato il corpo nel canale, per paura della reazione del marito Davide Stival.

Nel 2018, invece, la donna ha raccontato che ad uccidere Lorys sarebbe stato suo nonno, ovvero il padre del marito, con il quale lei aveva una relazione. Il bambino avrebbe scoperto la verità e il suocero l’avrebbe strangolato con le fascette: l’uomo ha smentito tutto e non sono state trovate prove a supporto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Delitto di Lorys Stival, tutta la verità su Veronica Panarello

Il processo per rito abbreviato del 2016 ha visto la condanna a 30 anni di reclusione per il delitto di Santa Croce Camerina, Veronica Panarello. Inoltre la donne è stata condannata ad un’ingente risarcimento nei confronti del marito e dei suoceri.