Home Musica Francesco De Gregori, crisi del mondo dello spettacolo per il Coronavirus

Francesco De Gregori, crisi del mondo dello spettacolo per il Coronavirus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:34
CONDIVIDI

Il cantautore Francesco De Gregori ha rilasciato dichiarazioni in merito all’attuale emergenza Coronavirus e alla crisi del mondo dello spettacolo.

Francesco De Gregori
Francesco De Gregori (Fonte: Getty Images)

Il cantautore romano Francesco De Gregori si è sfogato a lungo durante un’intervista, parlando dell’attuale crisi nel mondo della musica causata dal Coronavirus.

De Gregori ha infatti puntato l’attenzione su un aspetto molto importante che riguarda l’industria dello spettacolo, che sarà una di quelle che partirà maggiormente la crisi economica generata dal blocco delle attività dovute alla presenza del covid-19.

È noto infatti che sicuramente il mondo dello spettacolo sarà quello che in questa situazione di emergenza mondiale riprenderà le sue attività probabilmente per ultimo.

LEGGI ANCHE —> Tommaso Paradiso, annuncio inaspettato: fan increduli ma è tutto vero

Se si pensa ad esempio a concerti o sale cinematografiche, che comunque prevedono la presenza di un grande pubblico, si capisce che in un periodo in cui si devono assolutamente evitare gli assembramenti non è possibile dare via libera a tali spettacoli.

Ciò che si augura il cantante è che tutti i lavoratori che si occupano di creare gli spettacoli, i concerti, possano in qualche modo essere protetti dalla cassa integrazione.

Francesco De Gregori, la speranza di una ripresa

Francesco De Gregori
Francesco De Gregori (Fonte: Getty Images)

Tutto il mondo è attualmente fermo a causa del Coronavirus e anche gli ambienti lavorativi del mondo dello spettacolo ne stanno risentendo molto, come ha dichiarato Francesco De Gregori.

Il pensiero dell’uomo è rivolto a tutta quella manovalanza che si occupa della preparazione dei concerti e tutte le categorie che sono meno sindacalizzate e quindi poco protette.

Lo sconforto deriva dal fatto che si è in una stazione in cui si è completamente inermi e impossibilitati a fare qualcosa di concreto per uscire da questa crisi.

LEGGI ANCHE —> Ecco perchè Loredana Bertè non ha avuto figli: un triste segreto

Molti artisti e cantanti in questo periodo hanno continuato ad essere presenti per il loro pubblico producendo streaming di concerti.

De Gregori pensa dunque anche a tutti i suoi colleghi, attualmente bloccati nelle proprie abitazioni a causa di questa minaccia del virus.

Una critica il cantautore non l’ha neanche risparmiata nei confronti di un’Italia che non riconosce l’essere musicista come una vera e propria professione, sminuendola di fatto, cosa che invece non avviene nel resto d’Europa.