Home News Anna Falchi, il suo post polemico fa discutere

Anna Falchi, il suo post polemico fa discutere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:37
CONDIVIDI

Fa discutere e non poco un post Instagram pubblicato da Anna Falchi sul suo profilo. Ma che cosa ha detto la nota showgirl?

Anna Falchi

Sempre attiva sui social network, dove in più di un’occasione si è mostrata mentre festeggiava per le vittorie della sua Lazio, Anna Falchi, in questa Pasquetta a dir poco particolare, è tornata a postare su Instagram, analizzando la situazione ed esprimendo la sua opinione sui comportamenti di alcune persone. Parole le sue che hanno scatenato anche qualche polemica.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Laura Cremaschi, polemica Instagram: “L’Italia non funziona!”

Anna Falchi, la sua polemica su Instagram: le sue parole

 Anna Falchi

“Come tanti di noi ormai … sola soletta anche a Pasquetta! Io comunque resto a casa, a differenza di tanti altri che, invece di seguire le raccomandazioni, si ostinano a fare quello che gli gira per la testa! Quale testa poi?” ha scritto la 47enne in un post, che è accompagnato da un suo selfie dentro la sua casa. Insomma, la Falchi, come tanti altri, ha puntato il dito contro chi in questi giorni non sta rispettando le indicazioni governative, che indicano nello restare a casa la principale misura per combattere l’emergenza sanitaria creata dal Coronavirus.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Cecilia Rodriguez in quarantena: video crea polemica

Tanti i commenti e le reazioni arrivate al post della bella Anna. E se in molti si concentrano sulla foto e sulla bellezza della soubrette di origini finlandesi, non possono mancare le discussioni su quanto scritto. “Confermo… troppa gente in giro secondo me”, “Hai perfettamente ragione”, “Speriamo di uscire il prima possibile da questa situazione”: questi i principali commenti che spiegano qual è il pensiero dei suoi fan e dei suoi follower. Insomma, in molti hanno condiviso il suo sfogo e la sua polemica. E la sensazione è che non sia l’ultima che ce ne saranno delle altre.