Home Musica Francesco Renga terrorizzato: l’appello del cantante

Francesco Renga terrorizzato: l’appello del cantante

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:58
CONDIVIDI

Francesco Renga è stato letteralmente terrorizzato ed ha fatto un appello commovente a tutti i medici in Italia. Il retroscena sulla città di Brescia.

Francesco Renga
Francesco Renga

Francesco Renga ha dichiarato di essere stato, per un breve periodo, davvero terrorizzato dal coronavirus e tutto ciò che ne consegue. Il famosissimo cantante, infatti, non ha mai nascosto la paura per sé ma soprattutto per i suoi figli che si dividono tra Brescia e Bergamo.

Il suo appello alle istituzioni ha davvero commosso tutti dal momento che si tratta di un vero e proprio messaggio: date una mano alla mia città, ad uno dei centri più vividi dell’economia italiana.

Il cantante, che ormai da qualche anno ha chiuso la sua lunghissima storia d’amore con Ambra Angiolini da cui ha avuto due figli, oggi ha una nuova compagna ed è felicissimo con lei dal momento che la sua relazione va avanti a gonfie vele, tuttavia non può non essere preoccupato per ciò che sta accadendo in Italia e nel mondo. Ecco qual è il suo sogno.

TI POTREBBE INTERESSARE: Coronavirus, Francesco Renga in lutto: il dramma del cantante

Francesco Renga, appello disperato del cantante

francesco renga

Il sogno di Renga è quello di ricominciare al più presto i suoi amati concerti, una dimensione in cui, non è un mistero, il cantante ha sempre confessato di trovarsi maggiormente a suo agio, a contatto con migliaia di fan che cantano all’unisono le sue canzoni.

TI POTREBBE INTERESSARE: Ambra Angiolini, “il volto della depressione” ecco perchè

Il suo obiettivo, o meglio la sua speranza, è di riprendere il tutto in inverno, stagione nella quale ha sempre confessato di amare fare dei live nei palazzetti o comunque in luoghi chiusi.

Sarà possibile? Staremo a vedere che cosa accadrà nelle prossime settimane ma una cosa è certa: questa gravissima epidemia da coronavirus sta creando tantissimi problemi a tutta l’economia mondiale, non solo italiana, bloccando tantissimi settori molto vividi come quello della musica.