Home Cinema Kiefer Sutherland, lutto per l’attore ma non è Coronavirus

Kiefer Sutherland, lutto per l’attore ma non è Coronavirus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:58
CONDIVIDI

Il famosissimo attore Kiefer Sutherland è costretto a dire addio a un pezzo importantissimo della sua vita. E’ infatti morta una persona a lui cara, ma non per coronavirus.

Kiefer Sutherland
Kiefer Sutherland

La mamma Shirley Douglas si è spenta era attrice di grande livello che aveva lavorato con grandissimi artisti. Il decesso si è verificato per delle complicazioni in seguito a una polmonite, anche se per il momento è stato smentito si trattasse di Coronavirus. La donna aveva 86 anni e ad annunciarlo è stato lo stesso figli: “Mia madre era una donna straordinaria e conduceva una vita straordinaria”. La donna dimostrò un grande carattere e fu così pronta a dare spessore alle sue giornate lottando al fianco dei più deboli per cercare di rendere il mondo un posto migliore. Ci saluta in uno dei momenti più difficili per la popolazione mondiale rispetto all’ultimo secolo.

Kiefer Sutherland, lutto per l’attore ma non è Coronavirus

Kiefer Sutherland
Kiefer Sutherland

La mamma di Kiefer Sutherland è morta. Era figlia di Tommy Douglas, primo ministro della provincia canadese del Saskatchewan. Era moglie di Donald Sutherland e aveva lavorato per prestigiosi registi come Stanley Kubrick in Lolita e con David Cronenberg. E’ sicuramente un lutto molto pesante per un uomo come Sutherland che ha sempre dimostrato grandissima sensibilità. Era nata il 2 aprile del 1934 e aveva compiuto dunque da pochissimo 86 anni.

Era nota anche per il suo ruolo nell’attivismo per i diritti civili. L’avevamo vita nelle Pantere Nere degli Stati Uniti e lottare per la difesa del sistema sanitario canadese. Negli anni sessanta e settanta fu protagonista di campagne contro la guerra in Vietnam. Fu lei a creare Friends of the Black Panthers un gruppo di raccolta fondi. Questo costò alla donna tanti problemi tra cui il rifiuto del permesso di lavoro negli Stati Uniti. Fu assolta dopo essere stata indagata per cospirazione per possesso di esplosivi non registrati.