Home Televisione Coronavirus, Maurizio Costanzo positivo? Tutta la verità

Coronavirus, Maurizio Costanzo positivo? Tutta la verità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:08
CONDIVIDI

Maurizio Costanzo è positivo al coronavirus? Sul web è comparsa in maniera totalmente inaspettata riguardante il conduttore ed il Covid-19.

maurizio costanzo coronavirus

Purtroppo come ogni anno il primo giorno di aprile è dedicato agli scherzi ed il mondo del web non fa mai eccezione. Qualcuno, non si sa bene chi, ha messo in giro una voce di pessimo gusto riguardante le condizioni di salute di Maurizio Costanzo che avrebbe contratto il coronavirus.

Ovviamente tutto il mondo della tv, dello spettacolo e tutti i suoi innumerevoli fan si sono preoccupati per la presunta positività del conduttore nonché marito di Maria De Filippi, ma la verità è ben diversa: si è trattata di una fake news, una bufala, uno scherzo di pessimo gusto ideato da una persona che vorrebbe soltanto attrarre qualche click in più.

Quando l’ha saputo il noto giornalista è andato su tutte le furie: ecco la sua reazione.

TI POTREBBE INTERESSARE: Maria De Filippi e Maurizio Costanzo hanno litigato, la voce sul web

Coronavirus, Maurizio Costanzo positivo: la fake news del web

Maurizio Costanzo
Maurizio Costanzo

Tranquillizziamo tutti i suoi fan: Maurizio Costanzo non è positivo al coronavirus né ha mai contratto il pericolosissimo Covid-19. Il tutto è stato semplicemente uno scherzo di pessimo gusto che si è aggirato all’interno del mondo del web.

Per questa ragione il giornalista è andato su tutte le furie, si è davvero imbufalito ed ha dichiarato non solo che sta benissimo, ma che il tutto è davvero di pessimo gusto: giocare con la salute delle persone, soprattutto in questo periodo di quarantena da Covid e di pandemia, è davvero qualcosa di squallido.

TI POTREBBE INTERESSARE: Maria De Filippi, scandalo ad Amici: l’ha tradito

Una pessima notizia, questa, che si aggiunge ad un’altra arrivata proprio nella giornata di oggi: il Maurizio Costanzo Show slitterà ancora. Se, infatti, il tutto era stato previsto per il mese di aprile, a causa dell’epidemia di virus cinese il tutto è stato rinviato a data da destinarsi.