Home Personaggi Enrico Brignano, chi è il comico romano ospite de L’Intervista?

Enrico Brignano, chi è il comico romano ospite de L’Intervista?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:05
CONDIVIDI

Enrico Brignano sarà ospite de L’Intervista di Maurizio Costanzo nella seconda serata di Canale 5 oggi 26 marzo 2020. Ecco quello che potrà raccontare e accenni sulla sua carriera.

Enrico Brignano
Enrico Brignano

L’artista romano ha dimostrato ancora una volta di avere grande personalità e una comicità semplice ma efficace. Durante l’intervista ha parlato tanto del padre che era figlio di emigrati siciliani con la nazionalità tunisina. Ma non solo perché ovviamente si è andati a raccontare anche la sua splendida relazione con Flora Canto dalla quale alcuni anni fa è nata la prima e adorata figlia dell’artista cioè Martina.

Leggi anche —> Terrore Coronavirus Brignano

Enrico Brignano, la carriera del comico

Per Enrico Brignano andiamo a leggere qualcosa in più della sua carriera. È nato il 18 maggio del 1966 a Roma. Di origini siciliane e abruzzesi è cresciuto nel quartiere di Dragona dunque dall’altra parte del raccordo anulare rispetto all’Infernetto e a qualche passo da Acilia. Dopo aver frequentato l’Accademia per giovani comici di Gigi Proietti il suo esordio assoluto è arrivato nella prima storica edizione de La sai l’ultima? dove vestiva i ruoli del barzellettiere.

Leggi anche —> A quando il matrimonio con Flora Canto?

Nel 1992 arriva a Scherzi a parte ospite dello studio di Teo Teocoli e Gene Gnocchi. Al cinema esordisce con una piccola parte nel film del 1991 Le mele marce. Mentre nel 1993 esordisce sul piccolo schermo dove lavora al film per la televisione Per amore o per amicizia. Il primo grande successo da attore arriva tra il 1998 e il 2000 quando interpreta in Un Medico in Famiglia il ruolo di Giacinto. E’ lì che si apre una splendida passione anche per il teatro.

Le altre esperienze

Enrico Brignano si è dimostrato un artista poliedrico che non ha fatto solo l’attore. Nel 2012 arriva una bella occasione quello di diventare il volto di Lavazza per uno spot. Nel 2000 invece è regista del film Si fa presto a dire amore, per il momento rimarrà l’unica regia dell’artista. Tra le grandi soddisfazioni tolte c’è anche quella di aver fatto il doppiatore in cartoni animati come la saga di Frozen, dove era Olaf, Un mostro a parigi, dove era Raoul e Lo straordinario Mondo di Gumball dove ha interpretato addirittura vari ruoli.