Home News Cristina Parodi, messaggio commovente per Bergamo: le sue parole

Cristina Parodi, messaggio commovente per Bergamo: le sue parole

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:15
CONDIVIDI

Cristina Parodi ha avuto modo di lanciare un messaggio davvero commovente per la città di Bergamo colpita pesantemente dal coronavirus: le sue parole.

cristina parodi coronavirus
Cristina Parodi coronavirus

Cristina Parodi fa commuovere tutti quando, a Non è L’Arena, ha avuto modo di parlare della “sua” Bergamo, città in cui suo marito Giorgio Gori è proprio il sindaco. La giornalista ha avuto modo di parlare e di lanciare un messaggio per dare forza a tutti i cittadini bergamaschi e non solo, che sono stati durante colpiti dal coronavirus.

La donna ha confessato che nessuno si aspettava potesse accadere una situazione del genere ma che, allo stesso tempo, ora dovranno fare i conti con ciò che sta accadendo e ripartire.

Una cosa, però, è certa: il clima è davvero surreale e la preoccupazione, mista a dolore per le numerose vittime, è ai massimi livelli.

Ecco l’appello che la donna ha fatto al Governo nella speranza che qualcuno la possa ascoltare: l’obiettivo è quello di tamponare l’epidemia di Covid-19, ma c’è bisogno di un aiuto in più.

TI POTREBBE INTERESSARE: Cristina Parodi ha cambiato vita

Cristina Parodi, coronavirus: messaggio per Bergamo

cristina parodi
Cristina Parodi

La Parodi ha confessato che la speranza di tutti i cittadini di Bergamo è quella di vedere arrivare nuovi medici che vadano in supporto a quelli già presenti nella zona. L’idea, infatti, sarebbe quella di dare vita ad un vero e proprio ospedale da campo per far fronte al momento più acuto e difficile dell’epidemia di Covid-19.

TI POTREBBE INTERESSARE: Benedetta Parodi: “Ecco la mia pazzia a 47 anni”

Allo stesso tempo, però, la donna si è definita soddisfatta e felice per la grande rete di solidarietà che è scattata in tutta Italia: almeno per una volta, infatti, nord e sud si sono schierati dalla stessa parte, dando vita ad una vera e propria campagna di aiuto, tramutatasi in una raccolta fondi, in questo caso, per l’ospedale Papa Giovanni XXIII.

L’obiettivo è quello di sostenere economicamente la struttura nell’acquisto di strumentazioni mediche e dispositivi di sicurezza per i medici, come ad esempio mascherine e tutto il necessario.