Home News Eleonora Daniele dolore per il fratello morto: “Era come un figlio”

Eleonora Daniele dolore per il fratello morto: “Era come un figlio”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:47
CONDIVIDI

Eleonora Daniele è in un momento molto felice della sua vita, a giugno nascerà la sua bambina e la carriera va a gonfie vele, tuttavia non può dimenticare il dolore per la morte del fratello Luigi.

Eleonora Daniele dolore

Questa mattina su Rai 1 va in onda un nuovo appuntamento con Storie Italiane, lo spin-off di Unomattina condotto dalla splendida Eleonora Daniele dal 2013. Protagoniste del talk sono storie che accomunano tutti, famosi e non, con spazio per la cronaca era e notizie di attualità e spettacolo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE-> ELEONORA DANIELE CONESSA: “SONO MOLTO EMOZIONATA”

Eleonora Daniele dolore per il fratello morto

Eleonora Daniele dolore

Eleonora Daniele ha affrontato spesso pubblicamente il dolore per la morte del fratello Luigi, venuto a mancare all’età di 44 anni. Da diverso tempo Luigi Daniele, affetto da autismo, viveva in una struttura specializzata a Padova dove Eleonora lo raggiungeva ogni volta che le era possibile.

La morte di Luigi è giunta inaspettata nel 2015 e come ammesso dalla stessa conduttrice non ha mai superato del tutto la perdita“Ogni giorno che passa, dentro di me, c’è qualcosa che non supero. Non riesco a farmene una ragione, lui era come un figlio per me.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE->CORONAVIRUS, ELEONORA DANIELE ATTACCATA SUL WEB PER IL SUO POST

Lo scorso marzo Eleonora Daniele è tornata a parlare di Luigi nel corso di un’emozionante intervista con Mara Venier a Domenica In: “Luigi era autistico, era più grande di me di sei anni. Quando se ne è andato è cambiato tutto, come se fossi rimasta senza vita.”

Un dolore molto grande per la conduttrice di Storie Italiane che riela: “Da quando sono nata mi chiedo perché sia successo a lui e non a me, – aggiungendo poi – perché a lui sia stato tolto il modo di poter comunicare e a me è stato dato.”

Tuttavia la donna ha trovato nel lavoro la forza di andare avanti e un motivo di riscatto per suo fratello e per chi, come lui, vive un momento di difficoltà: “Probabilmente faccio questo mestiere per poter dare voce a persone come lui che non ce la facevano.”