Home News Barbara D’Urso, il lutto che commuove il web

Barbara D’Urso, il lutto che commuove il web

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:38
CONDIVIDI

La morte di Flavio Bucci ha toccato tutto il mondo dello spettacolo. A voler dare il suo commosso ultimo omaggio è stata anche Barbara D’Urso.

barbara d'urso
barbara d’urso

Sono passati due giorni dalla morte di Flavio Bucci, ma il suo ricordo continua a essere più vivo che mai. A volerlo omaggiare è stata anche Barbara D’Urso. I due hanno infatti lavorato insieme in una delle fiction più amate degli anni ’90, ossia ‘La dottoressa Giò’. Ed è anche per questo la conduttrice di ‘Pomeriggio 5’ ha voluto dargli il suo ultimo saluto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Morte Flavio Bucci, ecco tutti i suoi problemi

Morte Flavio Bucci, il commovente saluto di Barbara D’Urso

A commuovere tutti è stato il messaggio scritto dalla presentatrice sul suo profilo Instagram. Queste le sue parole: “Ciao Flavio, ho conosciuto bene la tua anima fragile… Come i più grandi artisti, hai vissuto fuori dagli schemi e dalle regole e sei stato un compagno di lavoro fantastico, un professionista straordinario e ironico“. Un post davvero molto toccante, con cui la D’Urso ha voluto ricordare il suo collega.

Come detto bene nel post, Flavio Bucci ha sempre e comunque vissuto fuori dagli schemi. A parlarne è stato il regista Marco Mattolini: “Era ridotto piuttosto male,ma gli erano ancora vicini il fratello Riccardo e la sua ex moglie, l’olandese Loes Kamsteeg, produttrice tv, da cui aveva avuto il suo terzo figlio Ruben, mentre i primi due, Claudio e Lorenzo, li aveva avuti dalla precedente compagna Micaela Pignatelli. Era ancora innamoratissimo di Loes e la definiva ancora sua moglie, pur essendo separati da molto tempo. Quello che mi ha sempre colpito era la sua voglia di esserci, di continuare a lavorare, pur continuando a fumare tre o quattro di pacchetti di sigarette al giorno e bevendo molto. Nonostante tutti i problemi di salute, che trascurava allegramente, era capace non solo di stare in scena, ma anche di intrattenere i compagni di lavoro dopo lo spettacolo. Quando si andava a cena insieme, il suo diventava un secondo spettacolo“. Insomma, un’artista a tutti gli effetti e fino al suo ultimo giorno.