Home Televisione Verissimo: Barbara Alberti svela le più grandi virtù degli uomini

Verissimo: Barbara Alberti svela le più grandi virtù degli uomini

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:24
CONDIVIDI

Barbara Alberti, ospite da Silvia Toffanin, nell’ultima puntata di Verissimo, svela quali sono le virtù che un uomo deve necessariamente possedere.

Barbara Alberti
Barbara Alberti (Fonte: Instagram della donna)

Dopo 33 giorni Barbara Alberti ha abbandonato il Grande Fratello Vip, questa volta, a differenza delle altre, secondo la scrittrice: “Hanno fatto un cast di gente incantevole, grandissima civiltà, ragazzi e ragazze con grandissima personalità. E’ un meccanismo perverso, meravigliosamente organizzato. Bisogna fare amicizia e poi spararsi addosso. Quando vieni nominato vieni tradito”.

A sei anni decide cosa vuole fare da grande, la scrittrice: “Appena ho scritto il primo pensierino, ho capito che le cose accadono sotto la penna”.

POTREBBE INTERESSARTI: RITA PAVONE, IL SUO DRAMMA A VERISSIMO: LA CANTANTE SI COMMUOVE

Barbara Alberti ha una vissuto una storia molto intensa con quello che per ben due volte è diventato suo marito e che, nonostante la separazione, continua a vivere con lei: “Ho incontrato un maschio madre, che è questo mio ex marito, con il quale viviamo però insieme. Lui non si mette in competizione”.

A quindici anni si trasferisce a Roma, le ha fatto paura la grande città ed il cinismo di Roma.

Poi confessa di essersi sempre sentita molto attratta dal mondo degli omosessuali del tempo: “Dopo i 30 mi piaceva l’impossibile, mi piaceva l’irriducibile diversità degli omosessuali, ai miei tempi erano degli eroi. Se avevi un amico omosessuale era perché era qualcuno di speciale, ci voleva una grande forza allora”.

Barbara Alberti a Verissimo: quali sono gli uomini da preferire nella vita

Barbara Alberti
Barbara Alberti (Facebook)

A proposito degli uomini che ha amato fa sapere di preferire sempre la bontà alla furbizia dei “Mascalzoni”: “Gli uomini che ho amato erano buoni, penso che la più grande virtù degli uomini è la bontà, il mascalzone è noioso, il buono deve essere molto forte, si inventa la vita tutti i giorni. Non accetto chi dice che buono significa scemo: no, buono significa geniale”.

POTREBBE INTERESSARTI: SILVIA PROVVEDI ACCUSA FABRIZIO CORONA: L’ATTACCO A VERISSIMO

La signora Alberti poi si lascia andare ad un racconto relativo a quando ha conosciuto l’uomo che poi sarebbe diventato, per ben due volte, suo marito: “Sono andata in America, mi presentano Amedeo, dicendo: un uomo di cui si innamorano tutti perché è bellissimo, io ho risposto che a me piacciono solo i brutti. E poi invece è successo, subito. Dopo la bontà c’è l’umorismo, l’umorismo è il terzo occhio, l’idea di poter sorridere, come faceva San Francesco, è grandiosa”. Ecco dunque qual è estata l’arma con cui Amedeo l’ha conquistata.