Home News Roberto Farnesi confessa: “Sono stato vittima di stalking”

Roberto Farnesi confessa: “Sono stato vittima di stalking”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:53
CONDIVIDI

Roberto Farnesi è uno degli attori più conosciuti nel mondo della televisione. Quest’ultimo ha confessato di esser stato vittima di stalking.

Roberto Farnesi
Roberto Farnesi

‘Carabinieri’, ‘Le tre rose di Eva’, ‘Centovetrine’, ‘Il paradiso delle signore’. Queste sono soltanto alcune delle serie tv che hanno visto o vedono ancora oggi impegnato Roberto Farnesi. Quest’ultimo sta senza alcun vivendo un periodo molto florido e positivo dal punto di vista professionale. Il 50enne ha però avuto un periodo difficile per quel che riguarda la sua vita privata. A raccontarlo è stato lui stesso in un’intervista rilasciata ai microfoni del noto settimanale ‘Gente’.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Roberto Farnesi, chi è? Età, fidanzata, vita privata

Roberto Farnesi confessa: “Sono stato vittima di stalking”

Roberto Farnesi
Roberto Farnesi

L’attore ha confessato di esser stato vittima di stalking. Queste le sue parole:Essere vittima di questo reato significa sentirti pesantemente condizionato e influenzato. Sei sempre sul chi va la, le tue abitudini e i tuoi ritmi di vita ne risentono e finisci per cambiarli. E tutto a causa di una persona che nemmeno conosci“. Roberto Farnesi è stato vittima di stalking da parte di una sua fan, che lo avrebbe importunato per tanti mesi. La donna si sarebbe recata molte volte nei suoi ristoranti e si sarebbe introdotta persino nei giardini di casa sua. Lo stalking sarebbe anche stato virtuale, con la creazione di alcuni profili social fake. Il 50enne ha sporto denuncia e ora la situazione e sotto esame in Tribunale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Nathalie Caldonazzo: “Io vittima di stalking”

Farnesi ha comunque parlato anche della sua relazione con Lucya Belcastro: ““A luglio ho compiuto 50 anni e ho un grande desiderio: avere un figlio. Al matrimonio sono allergico, perché non sono abbastanza religioso per credere al sacramento e non mi sposerei nemmeno civilmente. Penso che un contratto tra due persone che si amano è senza senso. Ma un figlio sì, lo vorrei. Coronerebbe un legame forte, quello tra me e la mia compagna Lucya. Attendo che lei si stabilizzi con il lavoro e poi penso che ci proveremo La differenza d’età? Non mi spaventa“. Insomma, un motivo per sorridere in un periodo personale un po’ difficile.