Home News Salvo Veneziano contro Platinette: “È una bugiarda”

Salvo Veneziano contro Platinette: “È una bugiarda”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:48
CONDIVIDI

Salvo Veneziano si è scagliato contro Platinette in diretta Tv dopo che l’opinionista ha creato un polverone ricordando una vecchia frase detta dall’ex gieffino.

Salvo Veneziano contro Platinette

Questa sera a Live Non è la D’Urso grazie alla presenta di Paola Barale si è tornato a parlare di Alfonso Signorini e del caso di Salvo Veneziano.

L’ex gieffino è stato allontanato dal GFVip dopo alcune frasi sessiste pronunciate ai danni di una delle concorrenti del programma.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE ->Salvo Veneziano rischia la squalifica? “Elisa De Panicis, da scannare”

Salvo Veneziano contro Platinette

Salvo Veneziano squalifico

I racconti di Paola Barale hanno dato l’assist a Platinette per ricordare un fatto del passato, nel corso di una puntata di Buona Domenica di diversi anni fa Salvo Veneziano ha avuto un’uscita infelice: “Meglio un figlio drogato che gay”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE ->Platinette senza freni su Alex Belli: “Perché non fai il più il tuo lavoro?”

Platinette in quell’occasione fu sanzionato da Mediaset per la sua reazione contro Salvo Veneziano: “Posso testimoniare perché c’ero. Salvo vent’anni fa, appena uscito dal GF e traghettato nella Buona Domenica di Costanzo come si usava allora, ebbe un confronto con me particolarmente forte”. L’opinionista ha poi aggiunto: “Io reagii in maniera sconsiderata, mi partì l’embolo”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE ->Salvo Veneziano confessa: “Mia moglie e mia figlia sono sotto attacco”

Questa sera a Live Non è la D’Urso Salvo Veneziano ha negato di aver mai detto quella frase: “Platinette è bugiarda, non ho mai detto quelle corse”. 

Veneziano ha poi aggiunto che negli anni ha avuto un rapporto con Platinette, raccontando di averci passato un’intera serata insieme a sua moglie.

L’accusa dell’opinionista

Salvo Veneziano contro Platinette

Platinette in un’altra circostanza ha così detto in merito alla questione di Salvo: “Questo signore ha una chiara intenzione a partecipare con il suo stile. – aggiungendo poi – Dopo un errore di quella natura lì, non dico che dovessero saperlo a tutti i costi, ma l’anamnesi della sua storia doveva parlare un po’ chiaro.”