Home News Nora Amile: “Mio padre era violento e mi torturava”

Nora Amile: “Mio padre era violento e mi torturava”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:07
CONDIVIDI

Nora Amile oggi ospite di Storie Italiane ha raccontato ancora una volta il suo tragico passato da Eleonora Daniele.

Nora Amile
Nora Amile

Storie Italiane è in onda con una nuova puntata come sempre ogni mattina su rai uno. Tra i tanti argomenti trattati, la conduttrice che ha da poco annunciato di essere incinta ha trattato anche il tema della violenza sulle donne.

Leggi anche: BARBARA PALOMBELLI HA SFIDATO LA MORTE

Nora Amile e l’infanzia con un padre violento

Nora Amile è una delle ospiti in studio di Storie Italiane, questa mattina su rai uno, l’argomento che si sta trattando è quello della violenza sulle donne, fenomeno, ahimè, in crescita.

Anche la soubrette, conosciuta al grande pubblico per aver partecipato molti anni fa ad una edizione della Pupa e il Secchione parla della sua infanzia tragica, colpita dalle violenze del padre.

“All’inizio lo odiavo In Marocco, era un imprenditore, aveva due mogli. Lui era abituato ad essere educato con la violenza, con le botte. Lui faceva questo su di noi perché l’ha vissuto sulla sua pelle. Abbiamo sempre difeso la nostra mamma. Abbiamo visto delle scene atroci” ammette la ragazza.

“Volevo che mi allontanassero da lui perché non stavo più bene con loro, non volevo sporgere denuncia. Ho tentato di portare via mia mamma. Mi ha aspettato fuori dall’istituto con un coltello perché voleva ammazzarmi. Mi ha salvato la mia fede” chiosa infine.

Il post con Gessica Notaro

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Due Donne con una grande forza, che hanno lottato e continuano a lottare per trasformare un grande dolore. Abbiamo subito soprusi, violenze mentali e fisiche. Lei all’età adulta vittima di un Uomo che le aveva promesso amore. E io nella mia infanzia vittima dell’uomo che mi ha messa al mondo. Ho sempre tenuto tutto dentro per anni ma questa Donna mi ha dato la forza e il coraggio dopo tanti anni di uscire allo scoperto e di raccontare il mio vissuto all pubblicato per riportare una testimonianza e lanciare un grande messaggio di forza a tutte quelle bambine, donne e mamme che subiscono soprusi e violenze tutti i giorni . Tutto può cambiare da un momento all’altro se scegliete di reagire invece di continuare a sentirvi delle vittime. Lungi da me il voler giudicare o criticare, vorrei solo nel mio piccolo, aiutare e dare speranza almeno a 1 delle tante donne che soffrono in silenzio. 🙏🏽💛🦁✨✌🏾♾ 🧘‍♀️ La vita è bella 😍 il mondo 🌍 è meraviglioso se decidete di vivere senza nascondere la testa sotto la sabbia . Reagite, denunciate, segnalate. Io ho segnalato a 11 anni, ero solo una bambina ma con una grinta nel cuore 💓 e una fede immensa nel voler cambiare la mia disastrosa situazione ai tempi. E Grazie a quella segnalazione la mia vita ha iniziato a cambiare ✨♾🙏🏽🙌🏽✌🏾 Grazie @gessicanotaroreal 🙏🏽💛🦁 grazie @alessi.giornalista @storieitalianerai @eleonora_daniele_official 💛🙏🏽 . . . . . . . . . . . . . #noraamile #wild #lioness #lionheart #noallaviolenzasulledonne #stopallaviolenzasulledonne #gessicanotaro 🙏🏽💛🦁✌🏾♾

Un post condiviso da 🦁 𝓝𝓸𝓻𝓪 𝓐𝓶𝓲𝓵𝓮 🦁 🦂🧘‍♀️ (@therealnoraamile) in data: