Home News Andrea Iannone, confermata la positività al doping: “Non mi fermo”

Andrea Iannone, confermata la positività al doping: “Non mi fermo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:21

Andrea Iannone, il motociclista sospeso causa doping ha visto il nuovo test confermare i dati precedenti. Adesso cosa succede?

Andrea Iannone
Andrea Iannone

La notizia è arrivata stamattina, i nuovi test, ovvero gli esami del campione B, hanno confermato la presenza di Drostanolone nelle urine del motociclista, compagno di Giulia De Lellis. Le urine erano state prelevate dai commissari Wada al termine del GP di Malesia del 3 novembre scorso.

Leggi anche: GIULIA IN LACRIME SUI SOCIAL

Andrea Iannone positivo al doping

Andrea Iannone è risultato positivo la test del doping una seconda volta, la notizia è stata resa ufficiale questa mattina. Il controesame si è svolto nei laboratori Wada di di Kreischa, nei pressi di Dresda, in Germania.

Il pilota dell’Aprilia, dopo il primo esame era stato sospeso in via provvisoria dalla Federazione Internazionale di Motociclismo,  per la positività al Drostanolone, uno steroide androgeno esogeno anabolizzante proibito  e rinvenuto nelle sue urine al test del 3 novembre 2019 dopo il GP di Malesia.

“Ho la coscienza a posto, non voglio fermarmi. La moto è la mia vita, non sono sciocco da giocarmela per altre cose o queste recenti vicende” parole importati quelle del pilota che già in passato una volta aveva dovuto sottoporsi allo stesso test: “Nel 2018 ero nel sistema del passaporto biologico della Wada: sorteggiano 5 piloti che devono essere sempre reperibili e avvisare degli spostamenti per i controlli. Infatti fui testato spesso, almeno 3 volte in Asia, ma pure fuori”.

Adesso si andrà avanti con i procedimenti, anche se i tempi si dicono abbastanza lunghi, al momento il pilota che rimane sospeso si affida ai suoi legali che cercheranno di dimostrare la buona fede dell’atleta, sperando di convincere la Commissione Disciplinare Internazionale che dovrà dare la sentenza entra quarantacinque giorni.

Nel caso in cui venisse accertato il dolo, Iannone rischia quattro anni di sospensione

Il sostegno di Giulia De Lellis

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Io e te . #grazieperiltempopieno#lebottedallegria#lanostrafantasia

Un post condiviso da Giulia (@giuliadelellis103) in data:

A sostenere il campione e pilota come sempre ci sta la sua compagna Giulia De Lellis con cui convive a Lugano da diverso tempo.

L’influencer pur non avendo mai direttamente parlato della vicenda, ha reso note tramite social la sua stima e vicinanza verso l’uomo che le ha restituito il sorriso dopo la fine della relazione con Andrea Damante, conosciuto a Uomini e Donne.