Home Cinema Film Ficarra e Picone Il Primo Natale: festeggiano così i 25 anni...

Film Ficarra e Picone Il Primo Natale: festeggiano così i 25 anni insieme

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:42

Ficarra e Picone, nelle sale con il film Il Primo Natale, festeggiano quest’anno i loro primi 25 anni: un sodalizio nato grazie a un villaggio turistico.

Film Ficarra e Picone Il Primo Natale

Questo pomeriggio Ficarra e Picone saranno ospiti di Domenica In e parleranno della loro ultima fatica cinematografica Il Primo Natale.

Una puntata con il botto quella preparata da Mara Venier, che ha voluto con se in studio i protagonisti del botteghino di questa settimana: per Pinocchio ci sarà Massimo Ceccherini e per La Dea Fortuna il regista Ferzan Ozpetc.

Film Ficarra e Picone

Sette film, 25 anni e innumerevoli successi teatrali e televisivi dopo Ficarra e Picone sono ancora qui, una garanzia nel panorama della comicità italiana.

Il duo comico ha invitato personaggi illustri al cinema, nientemeno che Giuseppe Conte e Papa Francesco. Su Conte Picone afferma Non può mancare, si tratta anche di par condicio”, riferendosi al fatto che lo scorso anno il premier ammise di aver visto il film di Massimo Boldi e Cristian De Sica.

Un film che butta l’occhio al passato ma che mostra come gli uomini siano sempre gli stessi affermano i due “Cercava di arrangiarsi, in senso positivo, nella quotidiana lotta alla sopravvivenza”.

Grande attenzione ai social e alla critica del pubblico ammette Ficarra, che pur non disdegnando il successo al botteghino precisa “Cerchiamo di non ripetere gli stessi cliché, di non rifare lo stesso film”.

Ritorno a Striscia la notizia

Per la sedicesima volta Ficarra e Picone prenderanno posto dietro al celebre bancone di Striscia la Notizia, l’amato Tg satirico di Canale 5 che da anni padroneggiano con maestria, alternando con altrettante celebrità.

Leggi anche –>Rossella Leone moglie Salvatore Ficarra chi è? Artista, figli

I due rivelano che pur avendo un canovaccio per aiutarsi hanno molta libertà di espressione e pare che spesso non vogliano vedere i servizi prima, così da rendere più autentica la loro reazione.