Home News Godfall, primo gioco Playstation 5: “Ogni momento sarà esaltante” VIDEO

Godfall, primo gioco Playstation 5: “Ogni momento sarà esaltante” VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:39

Al Game Awards 2019 è stato fatto un annuncio esaltante, che sarà Godfall il primo videogioco per PS5: ecco il video trailer.

godfall
Godfall Screenshot da video trailer

Il primo gioco per PS5, la futura console targata Sony, sarà Godfall.

Il gioco pubblicato da Gearbox e sviluppato da Counterplay Games è stato annunciato ufficialmente durante l’evento Game Awards 2019 insieme a un trailer di presentazione.

Anche se breve, questo frammento di gioco – il video nel complesso dura solo 1:31 – dà l’impressione di un combattimento simile a quello delle serie Souls. Per coloro che hanno giocato a Lords of the Fallen sviluppato da Deck 13, Godfall sembra avere uno stile visivo simile.

Godfall, primo gioco Playstation 5, il direttore creativo Keith Lee: “Ogni momento sarà esaltante”

A parte l’anteprima del nuovo gioco, il sito PlayStation Lifestyle ha postato un’intervista con il direttore creativo del gioco, Keith Lee, che include alcune curiosità sul rilascio del gioco su PS5 anziché su PS4.

“L’eccezionale SSD su PlayStation 5 offre un nuovo livello di dettagli per ogni singolo oggetto e un caricamento senza interruzioni del nostro mondo espansivo”, ha detto Lee quando gli è stato chiesto perché Godfall non sarà un titolo cross-gen PS4 / PS5. “Il nostro combattimento è di natura cinestetica, quindi i” trigger adattativi “del nuovo controller e il feedback tattile renderanno il combattimento esaltante e viscerale momento per momento.”

Godfall, in esclusivo quindi per PS5 (e per PC) uscirà alla fine del 2020, secondo il trailer. “Siamo entusiasti e onorati di essere selezionati da Sony per essere un titolo di lancio per PS5“, ha affermato il direttore creativo. “Abbiamo in programma di affiancare PlayStation in ogni fase l’anno prossimo.” Una grande responsabilità che fa sicuramente aumentare le aspettative su Godfall.

Il gioco è giocabile da solo, anche se è stato progettato pensando alla cooperazione, secondo Lee. “Vogliamo assicurarsi che i contenuti siano accessibili a tutti i giocatori, da soli e in modalità cooperativa).”

Teresa Franco