Home News Carolyn Smith il tumore la costringe a uno stop forzato: “Nuova cura...

Carolyn Smith il tumore la costringe a uno stop forzato: “Nuova cura sperimentale”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:30

Carolyn Smith è tornata ad aggiornare i suoi follower sul suo tumore, che pare l’abbia costretta a uno stop forzato: cosa è successo?

Carolyn Smith il tumore c'è ancora: "Speravo di sentire è finita"

Quest’estate Carolyn Smith ha sorpreso tutti, annunciando che la sua battaglia contro il male era ricominciata.

Negli ultimi mesi si è sottoposta a diverse cure ma, almeno per il momento, nessuna ha sortito l’effetto desiderato: per questo motivo la giudice di Ballando Con le Stelle e coreografa di grande talento si vede costretta a prendere una pausa.

Carolyn Smith stop forzato per il tumore

Non è ancora finita la battaglia di Carolun Smith contro il tumore, dopo essersi sottoposta a una visita di controllo la nota coreografa ha voluto aggiornare i suoi fan sul suo stato di salute.

“Ricevere tale notizia è stato come prendere un pugno sotto la cintura” ha detto Carolyn che da mese spera di sentire esclusivamente due parole: è fatta.

Leggi anche –>Caso Dani Osvaldo e Veera Kinnunen: Carolyn Smith e la Lucarelli si schierano

La coreografa scozzese di recente si è sottoposta a nuovo intervento al seno preso l’ospedale Sant’Andeea di Roma, che pur non avendo dato complicazioni post operatorie non ha sortito l’effetto sperato: “Il male non accenna ad andarseneafferma Carolyn.

La speranza per la Smith è una nuova cura sperimentale che partirà il prossimo 27 novembre 2019. La coreografa dovrà sottoporsi a un nuovo percorso, fatto di quattro appuntamenti una volta ogni tre settimane.

Positiva come sempre Carlyn afferma “Speriamo bene, perché voglio sentire quelle bellissime parole: ‘È finita qua’”.

Pausa dal lavoro

Negli ultimi quattro anni CArolyn non solo ha lottato senza sosta ma ha continuato ad onorare i suoi impegni lavorati, tuttavia è arrivato per lei il momento di prendersi una pausa: Sono stanca e ho dovuto prendere la decisione di stare più a casa”.