Home Televisione Elena Santarelli dopo la guarigione del figlio Giacomo: “Sono in terapia, devo...

Elena Santarelli dopo la guarigione del figlio Giacomo: “Sono in terapia, devo metabolizzare”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:22
CONDIVIDI

Elena Santarelli dall’esperienza della malattia del figlio Giacomo ha tratto un libro dal titolo Una mamma lo sa, in uscita il 22 ottobre.

Elena Santarelli lutto

Mara Venier ha intervistato Elena Santarelli. La showgirl ha vissuto anni molto duri, per affrontare la malattia del figlio, Giacomo, che ora però è guarito dal tumore ed è in follow up.

Leggi anche –> Elena Santarelli dramma segreto: “Io e Bernardo ci siamo allontanati”

Elena Santarelli a Domenica In

“Ora dormo meglio, ma la verità è che non dormirò mai più serena al 100%. Ma sono felice di vedere Giacomo che recupera forze, chili, energie. Un bambino davvero meraviglioso”.

Con gli occhi lucidi Elena Santarelli racconta a Mara Venier il dramma di dover vedere il proprio bambino diviso tra ospedali, farmaci, chemio, camici bianchi. Per Giacomo sono stati anni duri, ma anche per sua mamma Elena Santarelli. Chi le ha dato questa forza? Certamente il marito Bennardo Corrado e anche sua figlia Greta.

“Quando torni dall’ospedale è difficile staccare la spina, ma i bambini hanno un’energia particolare. Due anni fa lei era ancora piccola, mi veniva incontro col pannolino. Lei non si rendeva conto, non la portavo con me quando dovevo dedicare tutte le energie a Giacomo, per le cure”.

Poi a maggio la bella notizia: “Il 10 maggio l’oncologa di Giacomo mi ha detto che Giacomo era guarito ed era in follow up, che in gergo medico vuol dire che si interrompono le cure, le terapie. Ora seguirà solo una fase di controllo, come per tutti quelli che escono da un tumore. Io non credevo, aspettavo quella telefonata,a sapevo che poteva arrivare, ma mi sembrava un sogno. Siamo andati a New York, dopo la malattia, io, mio marito e Giacomo, per festeggiare la guarigione”.

Ora può fermarsi finalmente, metabolizzare tutto l’accaduto fino in fondo così da tornare a dedicarsi alle altre mamme che stanno vivendo quello che ha passato anche lei.

“Ora sto seguendo anche io una terapia che dovrebbe aiutarmi a metabolizzare il trauma. Per tanto tempo ho dovuto fare Wonder Woman, ma ora sono fragile e non posso farmi vedere così in reparto dalle mamme che stanno passando quello che ho passato io. Con loro devo essere forte, tornerò quando sarò pronta”.