Home Televisione Massimo Giletti attacca duramente Barbara D’Urso: “Dov’è la deontologia?”

Massimo Giletti attacca duramente Barbara D’Urso: “Dov’è la deontologia?”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:52

Massimo Giletti ha ospitato Pamela Prati nel suo Non è l’Arena e con l’occasione ha sferrato qualche frecciatina alla collega Barbara D’Urso…

Massimo giletti

Il conduttore ha ripercorso con la Pamela Prati la vicenda che la vede da mesi protagonista (e con lei anche le sue due ex manager). Il caso è stato affrontato in moltissime trasmissioni, tra cui quelle di Barbara D’Urso, con cui la Prati non ha voluto avere più a che fare. E anche Giletti si è mostrato molto critico verso la collega Mediaset mettendone in discussione la professionalità e il rigore giornalistico.

Leggi anche –> Mark Caltagirone esiste? Pamela Prati torna a parlare

Massimo Giletti VS Barbara D’Urso

Da mesi si parla del caso Mark Caltagirone in tv, sui giornali, in rete, sui social, tra interviste, ospitate, rimbalzi di colpe, meme e persino canzoni a tema.

Massimo Giletti ha voluto fare chiarezza una volta per tutte nel suo programma domenicale, Non è l’Arena e ha voluto farlo in presenza della diretta interessata, Pamela Prati, che nei mesi scorsi è stata anche da Vieni da Me, Domenica Live, Domenica In e Verissimo. In particolare la D’Urso nei suoi programmi ha dedicato ampio spazio alla vicenda e proprio questo ha fatto scattare le ire della showgirl, che ha visto in tutto ciò una strumentalizzazione del suo dolore.

Ha però deciso di accettare l’invito di Giletti, proprio per ribadire la sua estraneità ai fatti e la sua natura di vittima, in tutta la storia.

Giletti dal canto suo, pur avendo in passato dichiarato di non amare questo tipo di televisione, ha preferito condurre l’argomento con rigore giornalistico, criticando i programmi che, a differenza sua, hanno solo voluto speculare.

La frecciatina è parsa inequivocabilmente diretta a Carmelita, alla quale ha diretto parole molto dure: “Chi si vanta di essere sotto testata giornalistica dovrebbe fare degli accertamenti. Dove è finita la deontologia? Se siamo testate abbiamo il dovere di verificare le cose, altrimenti prendiamo per bene e per buono tutto. Non è possibile che un programma che si vanta di essere sotto testata giornalistica mangi per mesi su una storia insensata quando sarebbero bastate due semplici ricerche come abbiamo fatto noi“.