Home Personaggi Piero Pelù, il duetto con Rancore sulle note di Guccini

Piero Pelù, il duetto con Rancore sulle note di Guccini

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:54

Piero Pelù si è esibito in un duetto con il rapper Rancore nel programma di Rai Due che vede protagonista i due e si chiama “Un palco per due”.piero pelù

Si tratta di un format scritto e diretto da Showlab Prodea e Twister. A questo hanno collaborato come sponsor Fiat e Lavazza. Il programma va in onda a partire dalle 23.15 di oggi, 4 settembre, su Rai 2. Sicuramente c’è grande curiosità per capire come si presenteranno sul palcoscenico gli artisti pronti a interrogarsi di fronte a nuove e interessanti scelte musicali.

Piero Pelù, il duetto con Rancore sulle note di Guccini

Piero Pelù ha vissuto un grande momento negli ultimi anni, di grande crescita professionale, anche grazie al talent show The Voice of Italy dove ha fatto il giudice. Ora però si trova dalla parte del giudicato insieme a Rancore con il quale ha cantato benissimo il brano L’Avvelenata di Francesco Guccini.

L’artista ha specificato: “Ti ringrazio di aver scelto questo brano. Non ho mai cantato né questa canzone e nè nessun’altra canzone di Guccini fino ad oggi“. Ovviamente è uno stile che si discosta molto da lui, ma anche da quello del collega. Per questo l’esperimento di vederli insieme sarà ancora una volta molto curioso e capiremo stasera come saranno andate le cose.

L’attesa del pubblico

Quando c’è Piero Pelù di mezzo l’attesa del pubblico sale sempre a dismisura. L’artista torna su Rai Due e si scaldano subito i motori dei social network. Staremo a vedere quello che ci dirà il pubblico pronto a raccontare le sue emozioni di fronte a un palcoscenico molto complicato e pieno di grandi protagonisti.

Di certo però il cantante non ha paura, anche perché l’improvvisazione è sempre stata uno dei marchi di fabbrica che gli hanno permesso di raggiungere risultati non indifferenti. Il tutto accompagnato da una voce stupenda e malleabile, in grado di modellarsi sulle note di brani molto intensi e pieni di emozioni.

Francesco Fallai