Home News Ghiacciaio scomparso dopo 700 anni: un monumento ricorda cosa ci aspetta

Ghiacciaio scomparso dopo 700 anni: un monumento ricorda cosa ci aspetta

Il ghiacciaio in Islanda è caduto dopo 700 anni. Si stima che nei prossimi 200 anni ne cadranno molti altri con danni irreversibili per il pianeta

Il ghiacciaio Okjokull in Islanda ha “perso la vita” dopo 700 anni. Ora nel paese non resta più nulla di quella lastra di ghiaccio, se non il ricordo di ciò che è stato.

Nel lungo monumento si legge:”Colpa del riscaldamento globale”.

Ghiacciaio centenario crollato: cosa accadrà in futuro?

In effetti i dati sarebbero più che allarmanti. In quest’ anno tantissime tonnellate di ghiaccio sono crollate in mare e si stima che il livello delle acque sia già salito di alcuni millimetri.

Non solo: plastica e sporcizia la fanno da padrone negli oceani, tanto che si è creata un’isola di plastica dove la maggior parte degli animali marini restano intrappolati.

Si stima che nei prossimi 200 anni altri ghiacciai come quello islandese facciano la stessa fine. Il lungo monumento posto ai piedi di quella che fu la lastra crollata lo ricorda.

I cambiamenti climatici e i danni irreversibili

Nel 2000 si stimava che i ghiacciai dell’Irlanda, tra grandi e piccoli, ne erano circa 300. Solo nel 2017 ben 56 si erano già sciolti dopo essere crollati in mare.

Sono passati solo due anni e le cifre sono cresciute ancora e vertiginosamente.