Home Senza categoria Se tu potessi vedermi ora, il libro di Carolina Orlandi sulla morte...

Se tu potessi vedermi ora, il libro di Carolina Orlandi sulla morte del padre David Rossi

Carolina Orlandi non ci sta alla versione del suicidio: suo padre David Rossi non si sarebbe mai tolto la vita, benché nell’ultimo periodo fosse molto preoccupato. Racconta tutto questo nel libro Se tu potessi vedermi ora.

Carolina Orlandi
Carolina, figlia di David Rossi

Le Iene hanno dedicato ampio spazio al caso di David Rossi, l’imprenditore trovato morto ormai 6 anni fa in circostanze poco chiare. Suicidio o omicidio? Secondo la famiglia l’uomo non si è tolto la vita, ma sarebbe stato ucciso. Su Italia 1 va in onda stasera in prima serata lo speciale dedicato alla vicenda.

Carolina Orlandi: il ricordo di David Rossi

In Se tu potessi vedermi ora, edito da Mondadori, Carolina Orlandi, figlia di David Rossi, tenta di ricostruire gli ultimi momenti di vita di suo padre, responsabile della comunicazione del Monte dei Paschi di Siena. La banca era finita nell’occhio del ciclone: questa la motivazione del drammatico gesto, un’incapacità dell’uomo di reggere la pressione mediatica del momento. Ma la ragazza e sua madre, Antonella Tognazzi, non hanno mai creduto a questa versione.

“Nei giorni prima della fine, era terrorizzato. A casa avevamo preso a scriverci perché temeva che ci fossero delle cimici. Sapeva di essere finito in qualcosa di grosso“, scrive Carolina, che non vuole che suo padre venga ricordato come un uomo precipitato da una finestra. Per questo, nel libro, ne ricostruisce anche un ritratto umano, di padre e marito: taciturno, sensibile, discreto, di grande cultura, amante della lettura, attento.

Nessuno ha mai indagato sulle paure di suo padre, su quelle preoccupazioni che lo terrorizzavano e che nulla avevano a che fare con la banca, a dire della ragazza. Che l’uomo fosse venuto a conoscenza di qualcosa di inconfessabile su qualche personaggio importante senese?

L’inchiesta de Le Iene ha tentato di fare luce proprio su questo aspetto, arrivando al coinvolgimento di magistrati e personaggi influenti in un giro di escort e tangenti.