Home News The Jeremy Kyle Show, si suicida un ospite del talk show trash

The Jeremy Kyle Show, si suicida un ospite del talk show trash

Un ospite del The Jeremy Kyle Show si è suicidato dopo esser stato accusato, davanti alle telecamere, di aver tradito la sua ragazza

Il “The Jeremy Kyle Show” è ritenuto il programma spazzatura per eccellenza della televisione inglese, per via della sua ispirazione ai talk show trash americani che vedono coinvolti ospiti alle prese con tradimenti o situazioni familiari sgradevoli e messi faccia a faccia per discuterne e raramente risolvere. Liti, insulti e scandali sono sempre stati all’ordine del giorno, con il conduttore sempre pronto ad infuocare gli animi dei concorrenti, ma questa volta la frittata è stata fatta più grande del previsto e un ospite si è tolto la vita dopo essere stato accusato di tradimento davanti a migliaia di telespettatori.

Gran Bretagna, si suicida l’ospite di un talk show trash

In una delle ultime puntate registrate, l’ospite sessantaduenne Steve Dymond aveva deciso di sottoporsi alla macchina della verità per provare la sua innocenza dopo le presunte accuse di tradimento ai danni della sua fidanzata. L’uomo ha fallito la prova, nonostante si ritenesse completamente innocente. Già altre volte il “lie detector” del programma aveva sbugiardato mariti e mogli infedeli, permettendo al talk show di aumentare la sua fama a dir poco trash. Solo pochi giorni dopo l’evento in questione, è arrivata la notizia del suicidio di Steve Dymond a causa di un overdose da farmaci. Questo tragico evento ha portato alla sospensione immediata del The Jeremy Kyle Show con conseguente cancellazione di tutte le puntate dai canali di streaming. Questo sicuramente non basterà a colmare un disagio tanto grande, causato da un qualcosa che dovrebbe essere intrattenimento assolutamente innocuo per chiunque guardi o ne prenda parte. La tv spazzatura è già stata, in passato, oggetto di sgradevoli inconvenienti ed ecco che è accaduto nuovamente.

Leggi anche —> La cena romantica di George Clooney e Amal, a Roma