Home News Kabir Bedi dolore per il figlio morto: “Non c’è pena più grande”

Kabir Bedi dolore per il figlio morto: “Non c’è pena più grande”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:42

Kabir Bedi ospite di Vieni da Me ha raccontato a Caterina Balivo il suo dolore per il figlio morto. Le sue parole hanno commosso il pubblico di Rai 1 che non ha potuto non dimostrare la propria solidarietà sui vari social.

Ospite di Caterina Balivo l’indimenticabile Sandokan ha raccontano ancora una volta il dolore per la sua tragica perdita. Superando le barriere linguistica ha espresso con chiarezza i sentimenti provati durante quel buio periodo. Una vita piena di successi la sua, che non lo hanno però ricompensato della perdita subita. Oggi l’attore ha ritrovato un pizzico di serenità insieme a Parveen Dunsanj.

Kabir Bedi dolore per il figlio morto: “Non c’è pena più grande”

Era il 1995 quando all’età di 25 anni Siddhart, il figlio di Kabir Bedi, si toglieva la vita. Oggi l’attore è tornato a parlare di quel dolore, senza che i 22 anni trascorsi lo abbiano minimamente scalfito.

Quando insieme alla famiglia si sono resi conto che Siddhart aveva alcuni problemi hanno pensato subito alla depressione. Purtroppo perà il giovane era schizofrenico e al tempo non c’erano le stesse possibilità di oggi.

Non c’è spazio solo per le lacrime, Kabir racconta anche dei momenti belli e felici passati in compagnia del suo unico figlio.