Home Cinema Tutte le mie notti, in sala dal 28 marzo il nuovo film...

Tutte le mie notti, in sala dal 28 marzo il nuovo film di Lucibello: recensione, video trailer

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:49
CONDIVIDI
Tutte le mie notti
Tutte le mie notti

Tutte le mie notti è il nuovo film di Manfredi Lucibello, in sala dal 28 ottobre. Nel cast Barbora Bobulova, Benedetta Porcaroli, Alessio Boni.

Sara e Veronica si incontrano una notte d’autunno lungo una strada deserta. La prima indossa un elegante abito da sera verde, è ferita e sta scappando da qualcuno che la insegue. La seconda la soccorre e la fa salire in auto, portandola a casa sua. Ma le cose non stanno esattamente così, come l’una vorrebbe far credere all’altra…

Tutte le mie notti: recensione

La verità si dispiega molto lentamente: Tutte le mie notti è un’intricata trama di bugie, che i personaggi raccontano a se stessi e a chi hanno di fronte. Niente è come sembra nel film, nessuno di loro è come appare. Il percorso che conduce alla verità è lungo una notte intera, una notte che cambierà per sempre le vite dei tre protagonisti, coinvolti loro malgrado in qualcosa di più grande.

Sara a una festa assiste alla morte della sua amica per mano di un uomo misterioso e spaventata scappa dalla villa. Lungo la strada la soccorre Veronica, una donna apparentemente lì di passaggio che la ospita in casa propria. In realtà la donna è stata mandata appositamente a recuperare Sara da Federico, l’imprenditore per cui lavora come avvocato, per convincerla a non dire nulla sull’accaduto.

Ma perché Federico ci tiene così tanto al silenzio della ragazza? E soprattutto, chi sta coprendo? Sara accetterà i soldi di Federico in cambio del suo silenzio?

Le contraddizioni dei personaggi e i chiaroscuri delle loro storie sono ben espressi dall’accostamento continuo di luci e ombre e dai contrasti dei colori. Lucibello punta tutto sulla psicologia dei personaggi, sui legami che si instaurano tra loro, su labili equilibri sempre sul punto di rompersi. La dinamica emotiva alla base del film è la sua forza, ma non mancano i colpi di scena, che ribaltano le convinzioni dello spettatore e ciò che lui crede di sapere, fino al finale del film.

Personaggi

Sara (Benedetta Porcaroli), che ha appena 17 anni e si prostituisce per guadagnare soldi, non è solo bella, ma lei ancora non lo sa. “Quando vado a ballare mi guardano tutti”, dice, eppure dietro la sua superficialità si nasconde un grande coraggio. Sarà proprio l’incontro con Veronica a darle la forza di prendere la decisione più grande della sua vita.

Veronica (Barbora Bobulova) esiste solo se si guarda con gli occhi di Federico. Lui è l’uomo che ha creduto in lei, a cui deve la sua crescita professionale e di cui è segretamente innamorata. Ma è totalmente dipendente da lui, fa di tutto per essere come lui la vuole e non sa immaginarsi in un modo diverso. Ma dopo l’incontro con Sara dovrà mettersi in discussione e farlo: ritroverà così la sua femminilità, smorzerà il suo carattere freddo, lucido e severo e porrà fine al legame malato con Federico.

Quest’ultimo (Alessio Boni) è vittima della crisi economica, la sua azienda è sul punto di fallire e questa enorme paura farà emergere la parte più oscura di lui. Si scoprirà pronto a tutto e, una volta nei guai, chiederà aiuto alla sola donna rimasta sempre al suo fianco, Veronica. Ma sottovalutare lei e il legame instaurato dalla donna con Sarà sarà il suo più grande errore.

Trailer