Home News Michael Jackson, i Simpson ritirano l’episodio da lui doppiato: dopo le radio...

Michael Jackson, i Simpson ritirano l’episodio da lui doppiato: dopo le radio eliminato dalla televisione

Michael Jackson, i Simpson ritirano l’episodio da lui doppiato: dopo le radio eliminato dalla televisione

Michael Jackson è al centro di una tempesta mediatica, a seguito della messa in onda del documentario Leaving Neverland trasmesso da HBO.

Michael Jackson, i Simpson ritirano l’episodio da lui doppiato: dopo le radio eliminato dalla televisione

Due uomini hanno accusato il re del Pop di aver abusato di loro quando era solo due bambini, dopo la messa in onda di Leaving Neverland la memoria della defunta popstar ha subito un grosso scossone. La risposta mediatica è stata imminente e radio di tutto il mondo, a partire da alcune emittenti statunitense, hanno deciso di eliminare i suoi brani, che pure hanno fatto la storia della musica, dalle loro playlist. Ma non è finta qui: Michael Jackson dopo le radio anche la televisione comincia a rivoltarsi contro di lui, il caso più recente è quello dei Simpson.

La decisione di produttori

Nel settembre 19991 Michael Jackson è apparso in un episodio dei Simpson, poche ora fa Stark Reaving Dad, questo il titolo della puntata, è stato ritirato dalla circolazione. La tersa stagione della serie creata da Matt Groening perde così uno dei suoi episodi più seguiti. Il re del Pop aveva infatti prestato la sua voce ad un personaggio, ma per motivi non noti non era apparso nei titoli di coda. John Jay Smith, questo lo pseudonimo utilizzato in quel caso dalla popstar, la cui partecipazione alla serie è stat confermata solo anni dopo.

A commentare il ritiro dell’episodio ci ha pensato James L. Brooks, il produttore esecutivo. L’uomo ha dichiarato che era l’unica scelta possibile dopo la testimonianza dei due uomini. Sottolineando poi “Non sono uno che brucia i libri, tutt’altro, ma questo è il nostro libro e abbiamo tutti i diritti di cancellarne un capitolo”.

Stark Reaving Dad, trama

Come capita molto spesso nei Simpson personaggi dello spettacolo, dello sport o della politica appaiono nello show: alcune volte prestando semplicemente la loro voce, come nel casodel nostrano Francesco Totti, altre volte in “carne e ossa”. Nell’episodio incriminato il re del pop interpetatava  Leon Kompowsky, un uomo convinto di essere Michael Jakson. Questo incontra in un ospedale psichiatrico Homer Simpson, che decide di portarselo a casa. Qui Leon aiuta il primogenito Bart ad interpretare una canzone per la sorella Lisa, intonando  Happy Birthday, Lisa, una delle canzoni più famose dei Simpson.  Kipp Lennon imitò al meglio la voce della pop star.