Home News VICE L’UOMO NELL’OMBRA, Oscar miglior film 2019: recensione, trailer, cast e trama

VICE L’UOMO NELL’OMBRA, Oscar miglior film 2019: recensione, trailer, cast e trama

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:00
CONDIVIDI
Vice-L’uomo nell’ombra, Oscar 2019: recensione, trailer, cast

Vice-L’uomo nell’ombra il film politicamente (s)coretto di Adam McKay con l’indiscusso talento di Christian Bale, che per il ruolo sfoggia la sua ennesima e incredibile trasformazione. Si presenta agli Oscar 2019 con ben otto nomination e promette di fare incetta di premi.

Vice-L’uomo nell’ombra, Oscar 2019: recensione e cast

Vice-L’uomo nell’ombra ci racconta la politica nella sua veste più fredda e macchinosa, Christian Bale offre il suo corpo e il suo talento per rappresentare Dick Cheney nel suo viaggio da operaio elettricoPresidente the facto degli USA. La pellicola, con il benestare della Hollywood democratica – Will Ferrell e Brad Pitt figurano tra i produttori, ci consente di osservare il lato oscuro della Casa Bianca: dove il dovere morale viene spesso sobbarcato dall’abuso del potere istituzionale.

Trama, cast e trailer

Insieme a Cheney a tessere le redini di una spaventosa ragnatela ci sono sua moglie Lynne (Amy Adams) e il suo mentore Donald Rumsfeld(Steve Carrel). Spalleggiato dai due Dick riesce ad insinuarsi nel tessuto polito di Washingotn al tempo dell’amministrazione Nixon. Ottiene il ruolo di Capo dello Staff della White House sotto la presidenza di Gerald Ford, cinque anni di mandato al Congresso e infine la poltrona di Segretario alla Difesa con George W. Bush (Sam Rockwell).

Nel 2000 è C.E.O per Halliburton ma rinuncia al ruolo per affiancare nella presidenza come vice presidente degli Stati Uniti d’America. Tra i due l’accordo c’era un macabro accordo: Dick Cheney avrebbe avuto un controllo quasi totale sulla presidenza. Vice- L’uomo nell’ombra ci mostra le trame e gli inganni della politica americana.

Oscar 2019

Un successo annunciato al botteghino e l’ovazione del pubblico e della critica, Vice- L’uomo dell’ombra è entrato a gamba tesa nel cinema statunitense e le sue otto nomination agli Oscar 2019 non stupiscono nessuno. Ecco le candidature della pellicola: Miglio filmMiglior regista e Miglior sceneggiatura originale per Adam McKeyMiglior attore protagonista per l’immenso Cristian BaleSam Rockwell Amy Adams concorrono per il premio di Miglior attore e Miglior attrice non protagonista. Infine due nomination per il back del film: Miglio montaggio a Hank Corwin e Miglior trucco per Gre Cannom, che ha magistralmente trasformato Bale.